Antivirus per la mente sulla seconda temuta ondata. Come prevenire?

 

LA SECONDA TEMUTA ONDATA. COME PREVENIRE?

ANTIVIRUS PER LA MENTE SULLA SECONDA TEMUTA ONDATA. .COME PREVENIRE?.Trascrivo le parole dell'intervista del Collega Dott. Massimo Citro.. << Prima di tutto, per evitare la complicanza dovete essere il più possibile disintossicati, perché è una Legge Antica della Medicina che nessuna norma presidenziale può cambiare è questa: un virus, un batterio, un microbo attacca e attecchisce soltanto soggetti che sono intossicati. . Anche un giovane, un quarantenne, un ventenne può essere intossicato perché ha intolleranze alimentari e non lo sapeva… .Andiamo a vedere se fumava, beveva, assumeva farmaci, assumeva droghe? .Poi gli altri che avevano già patologia erano più a rischio.Quindi il primo consiglio sarebbe stato FATE UNA DIETA. Che è l'opposto che ha fatto la maggior parte della gente…. POI C'E' UNA PREVENZIONE DA FARE ED E' QUESTA.. Alcune sostanze natuRali semplicissime che da sempre si sa prevengono il virus e le complicanze..LA VITAMINA CHa fruttato a Linus Pauling il primo dei suoi premi Nobel, si sa benissimo che è un ANTI-INFETTIVO..LA VITAMINA D3 E' stata tanto denigrata: dapete perchè funziona? Perchè le complicanze è il sistema immunitario che le crea.Le citochine secrete dal nostro sistema immunitario per difenderci dal virus, nei soggetti "intossicati" crea una TEMPESTA CITOCHINICA..Sono 4 le citochine che hanno creato più danni: IL-1 e IL-6 sono tipiche dell'infiammazione e la IL-17 che contribuisce a creare le malattie autoimmuni.E sapete quale è l'antagonista dell'IL-17? E' la vitamina D che dev'essere sempre associata alla K2 per vari motivi..L'ultimo è il TNF, responsabile della febbre e della iper-coagulazione, e la coagulazione intravasale disseminata si scatena..Per il TNF, e questo si sapeva in letteratura dagli anni '90, l'antagonista è la MELATONINA ad alte dosi. Negli anni '90 lo ha pubblicato l'Istituto Negri di Milano, al di sopra di ogni sospetto di essere "medicina alternativa"….LO ZINCOE' fondamentale. Si sapeva già dalla SARS, da vent'anni.Tra le altre cose blocca la RNA-POLIMERASI, l'enzima che nella cellula fa si che il virus possa moltiplicarsi e funziona sui virus a RNA, come questo, come anche l'HIV, per cui è stato stato come coadiuvante nella terapia dell'HIV. .Si sapevano queste cose..Ma sopratutto, quello che si sapeva dalla SARS scorsa, è che L'IDROSSICLOROCHINA e tutti i derivati della china riescono a bloccare in quasi tutti i casi le compicanze gravi. Le prevengono e le bloccano se le diamo nelle prime fasi..Negli ultimi giorni, era scoppiato il LANCET-GATE. Il 22 Maggio Lancet, una delle più importanti di medicina, pubblica un lavoro dove "questi qui" dicono di avere i dati di 97.000 di coronavirusa da 104 diversi ospedali.Hanno fatto i loro calcoli statistici.Per cui l'idrossiclorochina non solo non serve ma fa morire prima..Il giorno dopo, The Guardian è uscito con un articolo critico, e sono uscite un sacco di proteste in tutto il mondo perchè LA LETTERATURA è piena di gruppi di ricerca che dicono l'opposto..Allora uno si ferma e si chiede: ma che cosa sta succedendo? 97.000 cartelle, ma chi le ha lette?.E la rivista Lancet, che ha un gruppo di "referee" che devono scandagliare fin nei minimi particolari un lavoro di ricerca prima di pubblicarlo, hanno accettato passivamente questa cosa senza andare a vedere se c'era verità..E infatti era una bufala!.E Lancet ha ritirato questo lavoro.Ma questa operazione ha fatto si che i Governi, compreso il nostro, ordinassero di ritirare l'idrossiclorochina. .Perchè siccome funziona bene …Ma è la stessa cosa sulla vitamina D!.Qui c'è un altro piccolo colpo di stato sulla vitamina D, ma è significativo.Perchè da anni le famose linee guida, i famosi protocolli – e chissà chi li scrive, non certo medici – dicono che BISOGNA TENERE LA POPOLAZIONE BASSISSIMA DI VITAMINA D.Sotto il livello sopra il quale funziona..Peccato che invece se si da le dosi adeguate – che sono molto più alte di quelle – la gente previene o si cura dai tumori, dalle patologie auto-immuni, dal diabete, rischio cardiovascolare … e quasi tutte le patologie..Cos'è successo in questa "SARS-2" si è visto che questo virus dov'è che crea il maggiore danno?.Attacca l'emoglobina, nei globuli rossi. Attacca la CATENA BETA, non si sa perchè.E cosa succede? Che il globulo rosso non riesce più a fissare l'ossigeno..Quei pazienti arrivavano in ospedale – con lo Stato che diceva RESTATE A CASA, non andare in ospedale se non hai sintomi gravi, e ai medici della mutua aveva fatto chiudete gli studi – quando finalmente arrivavano in ospedale coi sintomi gravi, avevano magari 75-80% di saturazione di ossigeno e quindi li intubavano. .Non era solo la polmonite ma una carenza di ossigeno a livello sistemico..E cos'è che blocca l'attacco sull'emoglobina?Proprio l'IDROSSICLOROCHINA, il farmaco anti-malarico per eccellenza.Adesso si capisce perchè donne e bambini sono colpiti di meno, perchè hanno meno emoglobina..I talassemici? Non sono stati colpiti per niente, perchè NON HANNO CATENA BETA.I diabetici sono stati colpiti molto di più, specialmente quando hanno l'emoglobina glicata, perchè si attacca li. >>….Quando su TV e giornali mainstrem impazzano #catastrofisti che temono (o sperano?) una seconda fase, ricorda che HAI IL POTERE DI SCEGLIERE..INIZIA con la dieta e disintossicati.E usa tutto ciò che conosci ed esiste per la libera vendita per FARE VERA PREVENZIONE..P.S. Anche spegnere la TV fa parte della prevenzione.Perchè la tua salute vale!.#latuasalutevale #dottgabrieleprinzi #informaeeguarire #ippocrate #COMICOST #amie #medicinadisegnale .

Pubblicato da Dr. Gabriele Prinzi su Domenica 5 luglio 2020

 

 

Trascrivo le parole dell’intervista del Collega Dott. Massimo Citro.

<< Prima di tutto, per evitare la complicanza dovete essere il più possibile disintossicati, perché è una Legge Antica della Medicina che nessuna norma presidenziale può cambiare è questa: un virus, un batterio, un microbo attacca e attecchisce soltanto soggetti che sono intossicati.

Anche un giovane, un quarantenne, un ventenne può essere intossicato perché ha intolleranze alimentari e non lo sapeva…

Andiamo a vedere se fumava, beveva, assumeva farmaci, assumeva droghe?

Poi gli altri che avevano già patologia erano più a rischio.
Quindi il primo consiglio sarebbe stato FATE UNA DIETA.
Che è l’opposto che ha fatto la maggior parte della gente…

C’È UNA PREVENZIONE DA FARE ED È QUESTA.

Alcune sostanze naturali semplicissime che da sempre si sa prevengono il virus e le complicanze.

LA VITAMINA C
Ha fruttato a Linus Pauling il primo dei suoi premi Nobel, si sa benissimo che è un ANTI-INFETTIVO.

LA VITAMINA D3
È stata tanto denigrata: sapete perchè funziona? Perché le complicanze è il sistema immunitario che le crea.
Le citochine secrete dal nostro sistema immunitario per difenderci dal virus, nei soggetti “intossicati” crea una TEMPESTA CITOCHINICA.

Sono 4 le citochine che hanno creato più danni: IL-1 e IL-6 sono tipiche dell’infiammazione e la IL-17 che contribuisce a creare le malattie autoimmuni.
E sapete quale è l’antagonista dell’IL-17?
È la vitamina D che dev’essere sempre associata alla K2 per vari motivi.

L’ultimo è il TNF, responsabile della febbre e della iper-coagulazione, e la coagulazione intravasale disseminata si scatena.

Per il TNF, e questo si sapeva in letteratura dagli anni ’90, l’antagonista è la MELATONINA ad alte dosi.
Negli anni ’90 lo ha pubblicato l’Istituto Negri di Milano, al di sopra di ogni sospetto di essere “medicina alternativa”…

ZINCO
È fondamentale. Si sapeva già dalla SARS, da vent’anni.
Tra le altre cose blocca la RNA-POLIMERASI, l’enzima che nella cellula fa si che il virus possa moltiplicarsi e funziona sui virus a RNA, come questo, come anche l’HIV, per cui è stato stato come coadiuvante nella terapia dell’HIV.

Si sapevano queste cose.

Ma sopratutto, quello che si sapeva dalla SARS scorsa, è che L’IDROSSICLOROCHINA e tutti i derivati della china riescono a bloccare in quasi tutti i casi le compicanze gravi.
Le prevengono e le bloccano se le diamo nelle prime fasi.

Negli ultimi giorni, era scoppiato il LANCET-GATE.
Il 22 Maggio Lancet, una delle più importanti di medicina, pubblica un lavoro dove “questi qui” dicono di avere i dati di 97.000 di coronavirusa da 104 diversi ospedali.
Hanno fatto i loro calcoli statistici.
Per cui l’idrossiclorochina non solo non serve ma fa morire prima.

Il giorno dopo, The Guardian è uscito con un articolo critico, e sono uscite un sacco di proteste in tutto il mondo perché LA LETTERATURA è piena di gruppi di ricerca che dicono l’opposto.

Allora uno si ferma e si chiede: ma che cosa sta succedendo?
97.000 cartelle, ma chi le ha lette?

E la rivista Lancet, che ha un gruppo di “referee” che deve scandagliare fin nei minimi particolari un lavoro di ricerca prima di pubblicarlo, ha accettato passivamente questa cosa senza andare a vedere se c’era verità.

E infatti era una bufala!

E Lancet ha ritirato questo lavoro.
Ma questa operazione ha fatto si che i Governi, compreso il nostro, ordinassero di ritirare l’idrossiclorochina.

Perché siccome funziona bene …
Ma è la stessa cosa sulla vitamina D!

Qui c’è un altro piccolo colpo di stato sulla vitamina D, ma è significativo.
Perché da anni le famose linee guida, i famosi protocolli – e chissà chi li scrive, non certo medici – dicono che BISOGNA TENERE LA POPOLAZIONE BASSISSIMA DI VITAMINA D.
Sotto il livello sopra il quale funziona.

Peccato che invece se si danno le dosi adeguate – che sono molto più alte di quelle – la gente previene o si cura dai tumori, dalle patologie auto-immuni, dal diabete, rischio cardiovascolare … e quasi tutte le patologie.

Cos’è successo in questa “SARS-2” si è visto che questo virus dov’è che crea il maggiore danno?

Attacca l’emoglobina, nei globuli rossi.
Attacca la CATENA BETA, non si sa perché.
E cosa succede?
Che il globulo rosso non riesce più a fissare l’ossigeno.

Quei pazienti arrivavano in ospedale – con lo Stato che diceva RESTATE A CASA, non andare in ospedale se non hai sintomi gravi, e ai medici della mutua aveva fatto chiudete gli studi – quando finalmente arrivavano in ospedale coi sintomi gravi, avevano magari 75-80% di saturazione di ossigeno e quindi li intubavano.

Non era solo la polmonite ma una carenza di ossigeno a livello sistemico.

E cos’è che blocca l’attacco sull’emoglobina?
Proprio l’IDROSSICLOROCHINA, il farmaco anti-malarico per eccellenza.
Adesso si capisce perchè donne e bambini sono colpiti di meno, perchè hanno meno emoglobina.

I talassemici?
Non sono stati colpiti per niente, perchè NON HANNO CATENA BETA

I diabetici sono stati colpiti molto di più, specialmente quando hanno l’emoglobina glicata, perchè si attacca li. >>

 

Quando su TV e giornali mainstrem impazzano catastrofisti che temono (o sperano?) una seconda fase, ricorda che HAI IL POTERE DI SCEGLIERE.

INIZIA con la dieta e disintossicati.
E usa tutto ciò che conosci ed esiste per la libera vendita per FARE VERA PREVENZIONE e anche spegnere la TV fa parte della prevenzione.

Perché la tua salute vale!

Comicost – Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista – Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista – Scuola Microbioma – Studio Medico Orlandini – Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini – Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista – Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere – AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti –Medicina di Segnale – Luca Speciani – DietaGIFT