Carenza di Vitamina D e carenza di Serotonina?

Comprendere e curare ADHD e altre Malattie Neuropsichiatriche

Immagino già che tu stia pensando:
“ma che c’azzecca la vitamina D con il cervello?”

Sebbene il ruolo eziologico della carenza di Vitamina D nella malattia psichiatrica, rimanga poco chiaro, i lavori scientifici più moderni ed accreditati, dimostrano un’associazione precisa tra molte malattie psichiatriche e la carenza di Vitamina D:

  • Depressione
  • ASD
  • ADHD
  • Disturbo Bipolare
  • Schizofrenia
  • Comportamenti Impulsivi. 

Ma perchè?
Vero è che la vitamina D è coinvolta nella produzione ossea e nelle funzioni cellulari e neuromuscolari, nel sistema cardiovascolare e immunitario, ma è ANCHE VERO CHE ricerche recenti DIMOSTRANO che:

  • stimola la proliferazione cellulare,
  • la differenziazione,
  • la neurotrasmissione 
  • la neuroplasticità dell’intero sistema nervoso centrale,
  • sostiene lo sviluppo dei nervi (effetto neurotrofico)
  • mentre li protegge (effetto neuroprotettivo) .

Il recettore di questo Ormone/Vitamina (VDR o “Vitamin D Receptor”) è stato trovato nel Cervelletto, nel Talamo, nell’Ipotalamo, nei Gangli della base, nell’Ippocampo, nel sistema Olfattivo, nel Lobo Temporale e nei Lobi Orbitali del Sistema Nervoso Centrale.
Praticamente in tutto il cervello!

E già questo dovrebbe indurre NOI GENITORI e MEDICI a valutare lo stato di questa vitamina nelle gravide…
E nei bambini appena nati…

Comunque, per completare la spiegazione devo anche parlarti della SEROTONINA (5-idrossitriptamina o 5HT), un Neurotrasmettitore prodotto dal nostro corpo.

Infatti, Depressione, ASD, ADHD, Disturbo Bipolare, Schizofrenia e Comportamenti Impulsivi, hanno in comune qualcos’altro oltre la carenza di Vitamina D.
Esse tutte condividono una “disfunzione” della Serotonina.
Non è un caso che sia nota come “Ormone della Felicità”:
quando ti viene a mancare, come minimo ti viene la depressione!

Questo Neurotrasmettitore è responsabile di parecchie funzioni cerebrali superiori, comprese quelle connesse al sociale.
Per esempio: 

🤖 La “funzione esecutiva”:

è essenziale per la pianificazione delle nostre azioni e quando prendiamo decisioni (compresa la valutazione dei guadagni, delle perdite e delle probabilità di ciascun risultato atteso).

🤖 Il “gating sensoriale” :

che è la capacità del cervello di filtrare gli input esterni che giungono attraverso i nostri sensi.
Difetti nel gating sensoriale causano un sovraccarico sensoriale di informazioni irrilevanti con frammentazione cognitiva, condizione tipica di numerosi disturbi psicopatologia. .

🤖 “impulsività” :

La serotonina svolge un ruolo importante nell’inibire l’aggressività impulsiva verso se stessi, compreso il suicidio e l’aggressione verso gli altri.

In parecchi esperimenti (trovi il link al lavoro scientifico più sotto) i livelli di Serotonina cerebrale sono stati ridotti sperimentalmente – mediante aminoacidi a catena ramificata – causandone il crollo.

Il risultato?
Compromissione del processo decisionale

  • incapacità di distinguere differenze tra vantaggi immediati e quelli a lungo termine
  • Allontanamento dal comportamento cooperativo a favore del guadagno a breve termine
  • Comportamento antisociale
  • Comportamento aggressivo incontrollato
  • Comportamenti litigiosi
  • Sentimenti di rabbia e autolesionismo

Interessante no?
Non suona molto simile al comportamento di bambini con ADHD…?

Ma la domanda resta sempre la stessa.
Ma che c’azzecca tutto questo con la vitamina D?

C’entra!
Perché la Vitamina D attivata (1,25-diidrossivitamina D – o VIT. D3) si comporta come un Ormone e svolge un ruolo chiave proprio nella produzione della Serotonina.
Infatti, con meccanismo Epigenetico – cioè senza modificare il DNA – aumenta la produzione dell’enzima che trasforma l’aminoacido Triptofano in Serotonina nel cervello.
Ed ha una funzione simile su più di 900 Geni del nostro DNA.
Interessante, no?

Così, la carenza di vitamina D causa – tra l’altro – la carenza di serotonina.
Con la conseguente disfunzione psichica e sociale.

Ad essere sincero, il discorso è un pochettino più complicato di così.
Perché i prodotti dell’infiammazione sistemica (acido arachidonico) bloccano la produzione di Serotonina.
Anche altri micronutrienti, quando carenti, bloccano la sua produzione mentre gli acidi grassi Omega-3 la sostengono e ne rinforzano gli effetti.

Ma il quadro a livello mondiale è davvero molto triste…

Secondo la National Health and Nutrition Examination Survey degli Stati Uniti, il valore ematico della vitamina D (ritenuta “normale” tra 30 e 60 ng/ml) nel periodo 1994- 2004 si è praticamente dimezzato nei bianchi, negli afro-americani e nei latino-americani, indicando che OLTRE la METÀ della popolazione statunitense ha livelli INSUFFICIENTI di Vitamina D.

Attualmente, CIRCA il 70% DEGLI ADULTI e il 67% DEI BAMBINI tra 1 e 11 anni negli Stati Uniti non hanno livelli adeguati di vitamina D anche quando si considerano la dose “consigliata” per l’integrazione…

Senza vitamina D…
Senza serotonina…
Ma con la depressione…
😞😞😞 Triste no?

Ma… se volessi più vitamina D?

La sintesi epidermica di vitamina D richiede l’azione dei raggi UVB del sole; tuttavia, l’uso di creme solari e anche un alto livello di melanina compromettono la capacità della pelle di sintetizzarla.
Inoltre, vivere alle latitudini settentrionali diminuisce l’esposizione della pelle ai raggi UVB.

Una modesta quantità di vitamina D può essere ottenuta attraverso fonti dietetiche, come i frutti di mare, che è la fonte dietetica relativamente più ricca.
Alcuni alimenti sono stati arricchiti con vitamina D – compreso latte e succo d’arancia – ma non sono sufficienti per ottenere un adeguato livello di ALMENO 30 ng/ml.
Inoltre, i prodotti lattiero-caseari sono una scelta sbagliata per i circa 50 milioni di americani (e il 60% degli Europei) intolleranti al lattosio, che comprende il 75% di tutti gli afro-americani.

L’unica soluzione?
Quella più facile ed economica?
E’ la integrazione GIORNALIERA.
Ne ho già parlato in parecchi post (farò un riassunto domenica mattina) e ho intenzione di continuare a farlo.

Quindi, continua a seguire QUESTA PAGINA DI INFORMAZIONE GRATUITA, dove sostengo LA NECESSITÀ dell’integrazione giornaliera di vitamina D SUBLINGUALE.
E dove traduco argomenti medici ATTUALI (non quelli di 40 anni fa!) per smontare le “fake news” mediche e le “leggende metropolitane” con tanto di letteratura medica alla mano.

Può risultare SCOMODA a CERTI individui PERCHÉ RISVEGLIA LE COSCIENZE, ti fa aprire gli occhi su un mondo in rapida Re-evoluzione e ti allena ad occuparti della manutenzione “ordinaria” della TUA SALUTE, lasciando ai MEDICI VERI il lavoro su quella “straordinaria”.

Il mondo sta cambiando.
Devi rimanere ALLERTA e AGGIORNATA/O.
Perché c’è bisogno del tuo aiuto consapevole.
Come attore o attrice, come megafono vivente della VERITÀ SCIENTIFICA di cui MEDIA e TV – e il sistema sanitario – sembrano non volersene occupare. 

Condividi liberaMente ciò che pubblico perché è di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!

 Il lavoro citato (ha 226 referenze scientifiche!) lo trovi qui: 

La vitamina D e gli acidi grassi omega-3 controllano la sintesi e l’azione della serotonina, parte 2: rilevanza per ADHD, disturbo bipolare, schizofrenia e comportamento impulsivo