Gastrite, Reflusso e Fibromialgia. E la metafora dell’idraulico “di mio cugggino”

Hai presente quando il lavandino della cucina tua cucina si è intasato?
Te ne accorgi perchè l’acqua ristagna nel lavandino, e non defluisce.

È logico immaginare che c’è qualche ostacolo che occlude il deflusso più sotto (nel collo d’oca, nel tubo di giuntura o nel cavedio del palazzo, dove defluiscono metri di tubature).

Così, cosa fai? Chiami l’idraulico. Quello “bravo”, quello di “mio cugggino”.
Che dice: “signora, il suo è un problema legato al lavandino, glielo sostituisco io!”

E ti monta un lavandino nuovo, tutto luccicante, di acciaio inossidabile, bellissimo, con due lavelli. Il top di gamma!
Ma quando va via – dopo averti fatto pagare un conto salato – quello che succede è che continua ad esserci un ristagno, e l’acqua non defluisce.

Ti è mai capitato?

In effetti, l’idraulico “di mio cugggino” avrebbe dovuto valutare si disostruire il lavandino usando l’idraulico liquido o smontando il collo d’oca e pulirlo. O cambiare i tubi e il flessibile se serve.

O controllare ancora più a valle, lungo metri di tubature, se serve a trovare la causa. Perché cambiare il lavandino non è la soluzione: né rimuove – né risolve – la causa.
E trovato e rimosso l’ostacolo (la causa), come per magia il lavandino sarebbe dovuto tornare a funzionare perfettamente.

Ti è mai capitato … vero?

Questo esempio descrive quel “problema di stomaco” che gli italiani – e i “diagnosti” che li curano – chiamano amichevolmente “gastrite”.
Ma che Gastrite non è.

O “colon irritabile” (intestino, prego…). Ma che Colon irritabile non è.

Ma andiamo per gradi.
Lo stomaco è la parte più alta di un tubo lungo 7 e passa metri chiamato “tubo digerente”.
E dalla bocca all’ano, questo tubo è costituito degli stessi tessuti, è innervato dallo stesso (secondo) cervello, è servito dallo stesso sistema vascolare e linfatico. Oltre che:

    • POSSEDERE LA MAGGIORE CONCENTRAZIONE di cellule (e tessuti) del sistema immunitario nell’intero corpo;
    • OSPITARE LA MAGGIORE CONCENTRAZIONE di batteri, virus, miceti, batteriofagi, parassiti, vermi eccetera (per gli amici: il Microbiota) nell’intero corpo.

Lo stomaco è capiente come un piccolo lavandino (4,5 litri), ed è foderato di “acciaio inossidabile” perché deve reggere alla presenza di acido per giorni, mesi, anni.
Per tutta la vita!

Ma il “sifone” che dallo stomaco va verso l’alto (l’esofago) non è rivestito d’acciaio, quindi quando lo stomaco “sfiata” verso l’alto (indigestione o reflusso) l’acido viene percepito quasi subito, e quello che normalmente sarebbe classificato come “reflusso acido” (o biliare) o “rigurgito” la maggior degli Italiani lo definisce Gastrite.

E così una buona parte dei “diagnosti”.
E al tuo “buongiorno” quando entri nel loro ambulatorio, spesso vergano – senza pensieri e frettolosamente – 20 o 40 mg di gastroprotettore sul loro ricettario.
Ma anche 80, se ritengono che tu abbia problemi di ansia o di stress (senza mancare, spesso, di uno psicofarmaco spacciato per procinetico)

A chi pensa che io sia contro l’uso di Gastroprotettori si sbaglia.
Perché sono consapevole che ricerca AVEVA fatto passi da gigante per dare all’umanità i Gastroprotettori, e riconosco che dagli anni ’80 tante malattie “gastriche” si sono ridotte enormemente (emorragie gastriche, ulcere, eccetera) grazie a loro.

Compresa la RIDUZIONE DRASTICA di tanti interventi chirurgici per perforazioni e/o emorragie gastro-duodenali.

Ma…
Ciò che DA ANNI DICONO LE SOCIETÀ SCIENTIFICHE INTERNAZIONALI è che per quante TONNELLATE di Gastroprotettori SONO STATE VENDUTE, la prevalenza di questa patologia è rimasta uguale, se non peggiorata.
Perché gli effetti collaterali sono noti da 20 anni.

Ma se per un attimo cambi prospettiva, usi la tua capacità analitica, e immagini che il reflusso sia l’ultima manifestazione (il sintomo!) di un problema che si trova più a valle (intestino o colon), la metafora dell’idraulico di “mio cuggino” diventa chiara.

Che una strategia terapeutica CHE GUARDA AD UN SINTOMO SCAMBIANDOLO PER MALATTIA è triplamente:

    1. stai spegnendo un sintomo senza occuparti a cercare la causa,
    2. perché la causa continua imperterrita ad andare avanti, si cronicizza e peggiora,
    3. c’è da pagare un conto salato in termini di viste ed esami e paghi sopratutto il costo DEGLI EFFETTI COLLATERALI.

INFATTI, anche il miglior gastroprotettore del mondo – il top di gamma! – quello che riesce a ridurre perfettamente l’acido, sta lavorando su un effetto! Su un sintomo.

Piuttosto che curare la causa di una “malattia”, sta invece silenziando UN SINTOMO.

Quel sintomo che è un CAMPANELLO D’ALLARME del tuo corpo, che ti avvisa che c’è qualcosa che sta avvenendo PIÙ SOTTO, PIU’ IN BASSO nei sette metri e più di intestino.

Perché nessuno ti ha mai detto che QUANDO TI GONFIA LA PANCIA (disbiosi fermentativa?) nello stesso momento, il Colon di destra preme sul Duodeno, provoncando lo sfiato di bile e succo pancreatico su per lo stomaco, l’esofago, fino in gola e in bocca.

E la Disbiosi è un PROPRIO UN EFFETTO COLLATERALE del Gastroprotettore.

Domandati: quanti medici vanno a cercare l’ostacolo nei 7 metri a valle dello stomaco perché IN POCHI sospettano un problema intestinale, una Disbiosi, una allergia alimentare una Sibo o Sifo o altro?

E quanto c’è da fidarsi dell’idraulico di “mio cuggino”???

Caro amico o amica della pagina, quando hai un sintomo o una patologia gastrointestinale, ricorda sempre che IL TUBO DIGERENTE È LUNGO 7 METRI E PASSA.
E che è ricoperto dal Microbiota Intestinale.
E che i sintomi SONO CONNESSI AL CIBO CHE ENTRA IN CONTATTO (anche piccole quantità) con la mucosa che va dalla bocca all’ano.

O alla carenza di micronutrienti (il gastroprotettore ti fa fuori la possibilità di assorbire CALCIO, MAGNESIO, SELENIO e altro…)

E che a volte il tuo corpo fa di tutto per dirti: “questo cibo è merda”.
E tal quale la espelle, per fartelo LETTERALMENTE vedere.
Così, se mi dici che hai IL COLON (intestino, prego) IRRITABILE…
… Io in automatico ti risponderò: COSA IRRITA IL TUO COLON?

    • È il cibo “merdaviglioso” che ingoi senza consapevolezza?
    • Sono le pessime “relazioni” che rendono tossico il tuo ambiente sociale, lavorativo e casalingo?
    • Sono gli effetti collaterali (DIMENTICATI o SOTTOVALUTATI) dei farmaci che ti somministra il SSN (ma sono prescrivibili e gratis) ?

Ascoltati, fatti la domanda, permettiti dei dubbi, datti la risposta.
E trova una soluzione.

ATTENZIONE!
Ho già ampiamente trattato di questi argomenti in diversi post.
Ti prego di non chiedermi quale Gastroprotettore usare al posto di quello che usi già, ti prego 😅😅😅
Perché io cerco le cause.

E fintanto che hai un diagnosta che frettolosamente ti prescrive il Gastroprotettore NON HAI BISOGNO DI ME né dei miei consigli.

Ma hai bisogno di guardare a te, alla tua vita, al tuo corpo, e alle tue relazione IN MODO DIVERSO.
In modo “funzionale”.

Approfondisci l’argomento (numerosi post!), continua a seguire la pagina e condividi liberaMente ogni singolo post che trovi di pubblica utilità.

Perché la tua salute vale!

Rivoluzione Microbiota:
Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista – Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista – Scuola Microbioma – Dott.ssa Livia Emma – dietistaStudio Medico Orlandini – Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini – Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista – Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere – AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti – Medicina di Segnale – Luca Speciani – DietaGIFT

Funzione fisiologica dell’acido gastrico e conseguenze micro-biologiche della sua inibizione

PARTE 1 di 2

Il succo gastrico è una combinazione unica di acido cloridrico (HCl), lipasi e pepsina e la sua FUNZIONE PRINCIPALE è INATTIVARE i microrganismi deglutiti, impedendo così agli agenti infettivi di raggiungere l’intestino.

La secrezione acida gastrica è una funzione filogeneticamente antica, probabilmente sviluppata per la prima volta nei pesci cartilaginei oltre 400 milioni di anni fa.

E sebbene CONSUMI MOLTA ENERGIA e sia dispendiosa, ci deve essere UN MOTIVO DANNATAMENTE BUONO per cui la secrezione di succo gastrico acido è stata preservata in pesci, anfibi, rettili, uccelli e mammiferi per milioni di anni.

Implicando che è una funzione MOLTO IMPORTANTE ed evolutivamente vantaggiosa.

Certo, è talvolta pericolosa ed è causa di malattie correlate all’acido (come ulcere peptiche e malattia da reflusso gastroesofageo) ma è ancora più pericoloso che ci siano professionisti che NON SONO INTERESSATI a capire il perché ciò accade….

… perché azzerando l’acido stai solamente spegnendo un sintomo.

… perché quando percepisci l’acido dallo stomaco fino alla bocca, quello è sintomo di qualcos’altro.

E a lungo termine è pericoloso SPEGNERE QUELLA FUNZIONE senza indagare sulla vera causa…

A un pH inferiore a 4 (cioè ACIDO) il succo gastrico ha un RAPIDO EFFETTO BATTERICIDA, in cui i batteri esogeni introdotti nello stomaco vengono solitamente distrutti entro 15 minuti.
L’effetto battericida è ridotto a un pH superiore a 4,0 (VERSO LA ACLORIDRIA) e tutto ciò che aumenta il pH intragastrico consentirà la crescita eccessiva batterica.

Anche la bile e il reflusso biliare aumentano il pH e abbassano l’acido gastrico.
Peccato che tutto venga “curato” con gli inibitori di acido gastrico… senza fare distinzioni.

È interessante notare che, in soggetti sani, l’acidità gastrica viene mantenuta con un pH inferiore a 4,0.
Quindi, l’apparato fisiologico della secrezione di acido gastrico è progettato per mantenere il pH gastrico al di sotto di 4, il livello di pH essenziale per uccidere potenziali invasori microbiologici.

Prima dell’ingresso sul mercato di farmaci che inibiscono la secrezione di acido gastrico, le condizioni più comuni di ipoacidità (o ipocloridria) gastrica erano condizioni acquisite come la gastrite atrofica cronica e la malnutrizione.

A causa della RIDOTTA PREVALENZA dell’infezione da Helicobacter pylori, l’aumentato uso di farmaci che inibiscono la secrezione di acido gastrico è diventato LA PRIMA CAUSA di ipo/acloridria gastrica.

Quindi UNA EPIDEMIA IATROGENA.

Le principali indicazioni per inibitori di pompa protonica sono condizioni correlate all’acido come la malattia da reflusso gastroesofageo e l’ulcera peptica, ma questi sono anche frequentemente prescritti per il trattamento della dispepsia, come parte della terapia di eradicazione dell’Helicobacter pylori e per la prevenzione dell’ulcera peptica nei pazienti ad alto rischio con aspirina e antinfiammatori non steroidei.

Gli inibitori di pompa protonica sono tra i primi 10 farmaci più utilizzati al mondo e sono il ​​secondo farmaco più grande in termini di “entrate” (soldini…) negli Stati Uniti.

In Italia, nel 2017 hanno fruttato 1,1 MILIARDI di euro (fonti AIFA).

Sfortunatamente, numerosi studi hanno documentato la prevalente prescrizione e L’USO SENZA INDICAZIONI BASATE SULL’EVIDENZA.
Quindi, in molti paesi, il più grande gruppo di pazienti sotto trattamento SONO QUELLI SENZA INDICAZIONE CLINICA APPROPRIATA.

In italia il 71% dei pazienti, secondo vecchi dati…

Le prove più evidenti riguardanti la relazione tra ipocloridria e predisposizione alle infezioni si riferiscono alle infezioni batteriche che colpiscono il tratto gastrointestinale.
La suscettibilità alle infezioni non è stata ampiamente studiata, se non limitata ai soli agenti batterici e parassiti. .

Lasciando fuori le candide, i lieviti, le muffe e le alghe….
… perchè la mucosa nella bocca e nell’esofago è un epitelio squamoso che, come la pelle, si presume possa proteggerci dalle infezioni.
Ma la mucosa di stomaco e intestino è di tipo colonnare e può essere MOLTO più facilmente penetrata dagli agenti infettivi.

Il succo gastrico è quindi la prima linea di difesa contro le infezioni in tutto il tratto gastrointestinale.

E… Se qualcuno ti dice che non ci sono effetti collaterali… alzati da quella sedia, esci da quella stanza, e cercatene uno competente, onesto ed aggiornato.

Discuteremo dell’impatto dell’ipocloridria sul microbioma intestinale nella seconda parte …

… Perché la tua salute vale!

Rivoluzione Microbiota  Comicost – Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista – Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista – Scuola Microbioma – Studio Medico Orlandini – Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini – Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista – Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere – AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti –Medicina di Segnale – Luca Speciani – DietaGIFT

 

LINK al LAVORO ORIGINALE (Gratuito e in ITALIANO con chrome)

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6928904/

Gastrite… Reflusso… O cosa? Rischi per la salute e per la deontologia.

Per anni, i medici e gli specialisti hanno prescritto i #gastroprotettori non appena un paziente presentava sensazione di acido alla bocca dello stomaco o indigestione.

Senza chiedersi se era Gastrite… o Reflusso Gastroesofageo… o rigurgito.

Senza sospettare che fosse SINTOMO di qualcos’altro come:

    • Allergie (Nichel solfato)
    • Intolleranze alimentari
    • Malattie Autoimmuni ( Celiachia, Gluten Sensitivity, Pseudoceliachia, Crohn).

Alcune volte è stato prescritto per cistiti, colite e diarrea. A volte per otiti o banali mal di gola.
E ogni qual volta ad un paziente veniva prescritto PER BREVE TEMPO un antibiotico o del cortisone.

Intendiamoci: Il Gastroprotettore ha cambiato la medicina moderna!

Ma… non sapevamo che provocava dipendenza psichica e biochimica.
E non sapevamo fosse la causa di EFFETTI COLLATERALI – anche DEVASTANTI.

E quindi lo usavamo tutti allegramente… con troppa leggerezza.
Forse ancora oggi, con leggerezza…

Per fortuna TRE SOCIETÀ ITALIANE – SIF, AIGO E FIMMG – nel 2016 hanno MESSO IN GUARDIA i MEDICI ITALIANI sull’uso inappropriato, e MESSO NERO SU BIANCO delle utilissime LINEE GUIDA Nazionali.

Dove il GASTROPROTETTORE è consigliato – nella maggior parte dei casi – PER NON PIÙ DI 8 SETTIMANE.
Qui trovate la versione in italiano:

www.fimmgroma.org/new/9622-aigo,-sif,-fimmg-una-position-paper-sugli-inibitori-di-pompa-protonica

COSÌ, se hai una malattia cronica che necessita di un gastroprotettore, QUALCUNO dovrebbe dirti che È PREVEDIBILE che avrai PARECCHI EFFETTI COLLATERALI…

QUALCUNO dovrebbe dirti che questi effetti collaterali SI POSSONO DIAGNOSTICARE in tempo…

E QUALCUNO dovrebbe dirti che gli effetti collaterali possono ESSERE EVITATI se uno li conosce.

Perché sennò questo QUALCUNO potrebbe dover rispondere (in sede civile? Penale? Di fronte ai probiviri?) DI violazione all’articolo 13 del codice deontologico medico.

Ma… Nel caso in cui NON HAI una patologia cronica…
O se prendi il gastroprotettore in maniera inappropriata …o per futili motivi… Allora il ragionamento sugli effetti collaterali cambia.

E diventa più grave.
Perché prescriverli “a vita” suona come una condanna (a vita).

Se non ti hanno mai detto dell’Anemia, della Carenza di vitamine B e del Ferro, del rischio di Osteoporosi, dell’aumento di Infezioni Polmonari e Intestinali, dell’aumento di Demenza e Alzheimer, dell’aumento della Depressione, del rischio suicidario, della Disbiosi (tipo Sibo e Sifo) …
… dovresti farti (E FARE) qualche domanda.

Le CASE FARMACEUTICHE investono molti soldi nel settore ricerca, pagano gli scienziati per conoscere gli effetti indesiderati.
E poi li riportano onestamente sul bugiardino.

La loro responsabilità si ferma li.
La Legge è chiara.

Anche il Ministero della Sanità e l’Ordine dei Medici investono in formazione, e rendono obbligatoria la FORMAZIONE CONTINUA in MEDICINA (ECM).

Così, in caso di DANNO IATROGENO DA FARMACI, chi risponde di fronte alla Legge di responsabilità civile e penale è il PROFESSIONISTA che prescrive il farmaco, che non valuta cause né alternative terapeutiche.

E che non può non sapere (né può ignorare) gli effetti collaterali NOTI ALLA COMUNITÀ SCIENTIFICA INTERNAZIONALE.

Quindi… Non stupisce se il British Medicinal Journal (#BMJ) scrive che gli errori medici e farmacologici potrebbero essere considerati LA TERZA CAUSA DI MORTE negli USA…

E da noi quanto morti fanno?
Quanti muoiono senza autopsia?
Quanti muoiono senza un perché?

Nei prossimi giorni pubblico altri articoli riguardanti gli effetti collaterali dei farmaci più usati in Italia.

Quindi, continua a seguire QUESTA PAGINA DI INFORMAZIONE GRATUITA – che risulta essere SCOMODA PER CERTI INDIVIDUI (laureati in Google o Facebook).

PERCHÉ questa pagina RISVEGLIA LE COSCIENZE !!!
Ti fa aprire gli occhi su un mondo in rapida evoluzione.
E ti invita ad assistere alla scomparsa e/o estinzione dei #dinosauri

Condividi liberaMente ciò che pubblico perché è di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!

RIVOLUZIONE MICROBIOTA:

Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista – Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista – Scuola Microbioma – Studio Medico Orlandini – Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini – Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista – Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere – AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti –Medicina di Segnale – Luca Speciani – DietaGIFT

Gastrite e Reflusso. Ma è davvero tutta colpa dell’Helicobacter?

 

Terza puntata LIVE della “saga” col quale, assieme al collega Dott. Francesco Garritano, abbiamo spiegato CON PAROLE CHIARE A CHIUNQUE molti dei dubbi di utenti-persone-pazienti affetti da DISFUNZIONI ADDOMINALI e/o DIGESTIVE.

Live effettuata il 2 GIUGNO alle 18:30.

Live e GRATUITA su questa pagina!

Se ti sei perso i due video precedenti, li trovi qui:

      1. GASTRITE E REFLUSSO – UNA VISIONE DI SISTEMA
      2. HELICOBACTER, ALIMENTAZIONE E GASTRITE

Condividi l’invito, invita chi ritieni possa trovarne giovamento e Condivi liberaMente ogni singolo post e video che ritieni di pubblica utilità.

Perché la tua salute (e la risposta ai tuoi “perché”) VALE!
😉

 

Gastroprotettore e Anemia? Fattore di Castle, Vitamina B12 e Ferro

Radio Live Social – Rubrica Medicina e Salute

“Gastrite Atrofica” – Intervista al Dr. Gabriele Prinzi

con speciali speciali ringraziamenti  agli amministratori dei Gruppi Facebook:
Vitamina D – Magik D e Vitamina C – La Molecola della Vita.

GASTROPROTETTORE E ANEMIA?FATTORE DI CASTLE, VITAMINA B12, FERRO E 45.000 GRAZIE :).Ho registrato questa intervista un paio di settimane fa..Spiegavo all'intervistatrice – ma lo spiego anche a te – che c'è un enorme errore nel modo in cui facciamo medicina. .L'errore è che abbiamo dimenticato la medicina, abbiamo dimenticato la biologia, abbiamo dimenticato la microbiologia, abbiamo dimenticato la fisiologia. .Abbiamo dimenticato la banale educazione Cristiana….E ci siamo venduti – o alle aziende farmaceutiche o ad un sistema sanitario nazionale – oppure … venduti all'ignoranza o alla supponenza….E io ho detto BASTA!Ho detto NON CI STO!.ANCHE TU PUOI DIRE NO!.ANCHE TU PUOI DECIDERE DI PRETENDERE RISPETTO!.Puoi decidere – se questa è la tua volontà – di essere rispettato come essere umano, di pretendere lo stesso rispetto di due persone che si salutano in strada, di pretendere spiegazioni, di pretendere risultati. .Questo ha a che fare con il rapporto medico-paziente, e con il fatto che tu paghi le tasse ogni giorno, e che tu paghi un sistema sanitario nazionale morente, gestito da meravigliosi professionisti che si "sono rotti gli zebedei" della medicina tirannica!.Se hai problemi di anemia, o se ti manca il ferro, e questo è solo un esempio, quando ti prescrivono il ferro stanno facendo una enorme sciocchezza. .E per tre motivi..1) Se hai un anemia, o ti manca il ferro, la prima cosa che dovrebbe valutare un medico è se questo è un effetto collaterale dei farmaci, come gastroprotettori, oppure se è un effetto del malassorbimento. .Perché se hai un malassorbimento, o stai prendendo dei farmaci che bloccano l'assorbimento della vitamina B12, col cavolo che puoi assorbire il ferro!.2) se è un problema di malassorbimento – e si vede dalla lingua! – allora, l'unica formulazione di ferro, di vitamina B che puoi assumere, la puoi assumere esclusivamente per via linguale. Altrimenti, ci sono soltanto le flebo e le iniezioni..3) La Airc e l'OMS – SE HANNO UN DUBBIO SULLA POSSIBILITÀ CHE LA CARNE POSSA PROVOCARE IL TUMORE – lo hanno perché negli studi sembra che l'eccesso di ferro possa essere cancerogeno. .Quindi, domandati se QUANDO il tuo medico ti sta prescrivendo quintalate di ferro – quando tu magari hai problemi di assorbimento di B12,- non sta per caso favorendo un processo cancerogeno del colon? ..E il tuo medico – che ti impone la colonscopia perché i tuoi parenti hanno un tumore del colon – te l'hai mai detto che a livello di familiarità solo il 5% dei pazienti ha un tumore di provenienza genetica o familiare?.E che è LA MERDA RAFFINATA che mangi ogni giorno che lo può provocare? Compresi i salumi, e la roba bruciacchiata?.Altro che Helicobacter pylori !!!.Se c'è qualcuno che devo ringraziare – a parte i miei maestri, e a parte i pazienti che mi sfidano ogni giorno, e mi impongono di andare a studiare, e mi impongono di rimanere aggiornato (200 dei quali hanno lasciato una referenza positiva o negativa su di me) – ci sono i gruppi di pazienti che si sono associati..Quei pazienti delusi dal servizio sanitario nazionale MORENTE e, delusi da una SANITÀ che dovrebbe essere gratuita……. Ma anche delusi da coloro che sposano la visione riduzionistica della salute, e guardano i sintomi senza andarsi a cercare le cause……. Costoro li ho ringraziati pubblicamente nel video: ci sono i membri e i gestori del gruppo di vitamina D e del gruppo di vitamina C. .Li ho già citati. Il numero degli amministratori è ampio. .Tutte persone meravigliose che ringrazio per avermi spinto a studiare..Perr te che già conosci la pagina, o per te che sei qui per la prima volta, ti suggerisco di continuare a leggere quello che scrivo, di approfondire quello che ti propongo, di condividere liberamente tutto quello che pubblico, in quante di pubblica utilità. .Perché la tua salute vale!.#latuasalutevale #dottgabrieleprinzi #ippocrate

Pubblicato da Dr. Gabriele Prinzi su Martedì 5 novembre 2019

 

Ho registrato questa intervista un paio di settimane fa.

Spiegavo all’intervistatrice – ma lo spiego anche a te – che c’è un enorme errore nel modo in cui facciamo medicina.

L’errore è che abbiamo dimenticato la medicina, abbiamo dimenticato la biologia, abbiamo dimenticato la microbiologia, abbiamo dimenticato la fisiologia.

Abbiamo dimenticato la banale educazione Cristiana…

E ci siamo venduti – o alle aziende farmaceutiche o ad un sistema sanitario nazionale – oppure … venduti all’ignoranza o alla supponenza…

Ed io ho detto BASTA! Ho detto NON CI STO!

ANCHE TU PUOI DIRE NO!

ANCHE TU PUOI DECIDERE DI PRETENDERE RISPETTO!

Puoi decidere – se questa è la tua volontà – di essere rispettato come essere umano, di pretendere lo stesso rispetto di due persone che si salutano in strada, di pretendere spiegazioni, di pretendere risultati.

Questo ha a che fare con il rapporto medico-paziente, e con il fatto che tu paghi le tasse ogni giorno, e che tu paghi un sistema sanitario nazionale morente, gestito da meravigliosi professionisti che si “sono rotti gli zebedei” della medicina tirannica!

Se hai problemi di Anemia, o se ti manca il Ferro, e questo è solo un esempio, quando ti prescrivono il ferro stanno facendo una enorme sciocchezza.

E per tre motivi.

1) Se hai un Anemia, o ti manca il Ferro, la prima cosa che dovrebbe valutare un medico è se questo è un effetto collaterale dei farmaci, come Gastroprotettori, oppure se è un effetto del malassorbimento.

Perché se hai un malassorbimento, o stai prendendo dei farmaci che bloccano l’assorbimento della vitamina B12, col cavolo che puoi assorbire il Ferro!

2) Se è un problema di malassorbimento – e si vede dalla lingua! – allora, l’unica formulazione di Ferro, di Vitamina B che puoi assumere, la puoi assumere esclusivamente per via linguale.
Altrimenti, ci sono soltanto le flebo e le iniezioni.

3) La Airc e l’OMS – SE HANNO UN DUBBIO SULLA POSSIBILITÀ CHE LA CARNE POSSA PROVOCARE IL TUMORE – lo hanno perché negli studi sembra che l’eccesso di ferro possa essere cancerogeno.

Quindi, domandati se QUANDO il tuo medico ti sta prescrivendo quintalate di Ferro – quando tu magari hai problemi di assorbimento di Vitamina B12, – non sta per caso favorendo un processo cancerogeno del colon?

E il tuo medico – che ti impone la colonscopia perché i tuoi parenti hanno un tumore del colon – te l’hai mai detto che a livello di familiarità solo il 5% dei pazienti ha un tumore di provenienza genetica o familiare?

E che è LA MERDA RAFFINATA che mangi ogni giorno che lo può provocare? Compresi i salumi, e la roba bruciacchiata?

Altro che Helicobacter Pylori !!!

Se c’è qualcuno che devo ringraziare – a parte i miei maestri, e a parte i pazienti che mi sfidano ogni giorno, e mi impongono di andare a studiare, e mi impongono di rimanere aggiornato (200 dei quali hanno lasciato una referenza positiva o negativa su di me) – ci sono i gruppi di pazienti che si sono associati.

Quei pazienti delusi dal servizio sanitario nazionale MORENTE e, delusi da una SANITÀ che dovrebbe essere gratuita…

… Ma anche delusi da coloro che sposano la visione riduzionistica della salute, e guardano i sintomi senza andarsi a cercare le cause…

… Costoro li ho ringraziati pubblicamente nel video: ci sono i membri e i gestori del gruppo di vitamina D e del gruppo di vitamina C.

Li ho già citati. Il numero degli amministratori è ampio.

Tutte persone meravigliose che ringrazio per avermi spinto a studiare.

Per te che già conosci la pagina, o per te che sei qui per la prima volta, ti suggerisco di continuare a leggere quello che scrivo, di approfondire quello che ti propongo, di condividere liberamente tutto quello che pubblico, in quante di pubblica utilità.

Perché la tua salute vale!

Gastrite Atrofica, Ferro basso, Anemia Perniciosa, e gastroprotettore

Quando blocchiamo l’acidità gastrica…

Dedicato a chi sogna un mondo senza gastrite e senza reflusso

Che cosa succede quando si incontrano due terapeuti capaci di fare cose eccezionali sui pazienti?

Due sognatori … 😀

Uno che sogna un mondo senza Gastrite, l’altra che sogna un mondo senza Reflusso Gastroesofageo?

Ne saprai di Più nelle prossime settimane 😉

In compagnia della Dotta.ssa Imma Trabucco – creatrice dell’omonimo metodo www.centrotrabucco.com.

Buona giornata da Roma 😉

Continua a seguire la pagina e condividi liberamente ciò che leggi perché è di pubblica utilità.

E perché la tua salute vale!