Candida orale ed esofagea da farmaci.

Chi si ricorda il “mughetto”?

L’Esofagite da Candida è l’infezione esofagea più comune ed è frequente in pazienti affetti da AIDS.

Tuttavia, è una patologia in aumento in coloro che consumano una terapia per la soppressione dell’acido.
Queste terapie, infatti, nel tempo sono anche LA PRINCIPALE CAUSA di CANDIDOSI nel cavo orale (mughetto).

La Candidosi orale è nota nei reparti ospedalieri di malattie infettive, in medicina interna e geriatria – comunque in quei reparti dove vi sono più anziani – e può rappresentare l’effetto ultimo delle dozzine di pillole (Utili? Inutili?) che assumono ogni giorno.

Ma il mughetto…
forse ce lo siamo dimenticati?

Si presenta spesso con arrossamento della lingua, bruciore localizzato o diffuso, difficoltà a deglutire, sapore metallico in bocca, formazioni biancastre sulla lingua (manifestazioni sovrapponibile al reflusso biliare)…
… nonché l’alitosi.

Questi i sintomi da ricercare.

Ma dalla bocca, all’esofago, allo stomaco, all’intestino tenue superiore (cosiddetta Disbiosi tipo SIFO) il passo è breve.
E può anche essere bidirezionale: dall’intestino tenue su su verso la bocca. Come nel caso di reflusso biliare.

A chi assume una terapia per la soppressione dell’acido, dico che sono consapevole che l’acido può essere visto come un nemico… darti gli incubi… avere un peso significativo sulla qualità della tua vita sociale.

Lo dico con il dovuto rispetto.

Ma se il Creatore e l’evoluzione ci ha fornito di ACIDO NELLO STOMACO è per realizzare una “TRAPPOLA GASTRICA” che sterilizza il cibo a base di proteine. E per digerire le proteine, ovviamente.

Quando è attiva, questa “trappola” impedisce la sopravvivenza e la moltiplicazione della maggior parte dei microrganismi ingeriti con il cibo e la saliva; e la sua “assenza” è stata associata a gastroenteriti da Clostridium difficile, Salmonella e Campylobacter.

La stessa associazione è alla base della “de-localizzazione” di un batterio cattivo-cattivo-cattivo (il fusobacterium nucleatum, di cui parlerò prossimamente) che normalmente vive nel cavo orale, nella placca.

Il fusobacterium sembra connesso a tutta una serie di tumori gastrointestinali. Ma è questo materiale per altri post.
I rimedi classicamente usati per la Candidosi?
Soluzioni orali a base di “agenti antifungini” (nistatina, fluconazolo, itraconazolo) prescritti SOTTO CONTROLLO MEDICO, a causa dei numerosi effetti collaterali.
Peccato che i GASTROPROTETTORI – che causano il mughetto – contemporaneamente LIMITANO l’assorbimento orale di ketoconazolo e e fluconazolo, tra i rimedi più usati.

Lo sapevamo dal 1991.
E ANCHE SE ce lo siamo dimenticati, parecchi lavori scientifici puntano all’associazione gastroprotettore-candidosi esofagea. Ed orale.

Caro utente, se segui la pagina e sei consapevole che la qualità della sanità Italiana è gravata dai tagli accumulati nel corso degli anni, un atto respons-abile si impone!

Qualcosa che ognuno può fare per non gravare sul spese dello stato.
Anche tu.
Cosa?
Occuparti respons-abilimente della “manutenzione ordinaria” della TUA SALUTE.

Con la consapevolezza che nessun farmaco è privo di effetti collaterali.
Con la consapevolezza che ogni medico valuta “benefici e rischi” di qualsiasi terapia – quando è opportuno o utile o il suo assistito ne ha bisogno.
Con la consapevolezza che OGNI TERAPIA INUTILE è anche dannosa.

Tieni quindi a memoria questi tre dati:

1) I GASTROPROTETTORI sono prescritti in maniera INAPPROPRIATA in una percentuale che va dal 41 al 71% (dati italiani!).
Nel solo 2017 hanno fatturato 1.100.000.000 di euro.
Prescrizione inappropriata tra il 41 al 71% di 1.100.000.000 a casa mia sono soldini….

2) Usarli come farmaci “sintomatici” contro il reflusso per anni è ritenuto inappropriato dalle Linee Guida Italiane (tranne casi specifici).
E genera dipendenza dal farmaco.

3) Cosa causa il tuo reflusso? Cibo? Relazioni? Emozioni? Inquinamento ambientale? Campi magnetici?

Quando capisci cosa lo causa, puoi intervenire.
Puoi eliminare o ridurre al meglio che puoi la causa (cibo, relazioni, emozioni, inquinamento ambientale eccetera), svolgendo un ruolo pro-attivo.

Oppure puoi cercare alleanza terapeutica di competenti Fisioterapisti-Osteopati, che sanno riabilitare il Cardias e le altre cause del reflusso.

Eliminando la necessità di un gastroprotettore a vita.

Perché un farmaco SINTOMATICO preso a vita, prima cronicizza la malattia che nasconde, poi ti presenta il conto.
Ma se non puoi farne a meno, almeno lo devi sapere.
Devi sapere cosa causa. Cosa provoca.

Perché sapere un “qualcosa” rende quel “qualcosa” un evento prevedibile e/o prevenibile. E anche qui puoi svolgere un ruolo pro-attivo.

I problemi sorgono quando QUESTE INFORMAZIONI TI VENGONO PRECLUSE.
Questo è il motivo per cui scrivo ogni giorno.
Questo il motivo per cui ti invito a FARTI LE LINGUACCE la mattina allo specchio.
Consapevole che se comprendi ciò che vedi, e puoi intervenire, ti stai prendendo cura della MANUTENZIONE ORDINARIA della tua salute.

E hai respons-abilmente fatto la tua parte per non pesare sulle casse dello stato 🙂

E poco importa che siano parecchie le sostanze naturali e gli olii essenziali (anche l’Ashwaganda) usati efficacemente come rimedi e con solida letteratura nella cura della Candidosi orale.

Perché se non sai riconoscerla non puoi agire.

Approfondisci l’argomento, informati e condividi liberaMente ogni singolo post che trovi interessante perché è di pubblica utilità.

E perché la tua salute vale!

Rivoluzione Microbiota:
Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista – Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista – Scuola Microbioma – Studio Medico Orlandini – Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini – Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista – Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere – AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti – Medicina di Segnale – Luca Speciani – DietaGIFT