Il mio Augurio per il 2020

Medico, Nutrizionista-Dietista e Fkt-Osteopata
Insieme nel ritorno all’approccio Ippocratico

PER IL 2020 MI AUGURO CHE…

1) L’Osteopata (o meglio il FKT-Osteopata) venga rivalutato nel suo RUOLO PREZIOSO a fianco dei medici funzionali. 

  • Che i pazienti che già hanno trovato un BENEFICIO nella RIDUZIONE o RISOLUZIONE dell’Ernia Iatale – e nella riabilitazione del CARDIAS e delle sue manifestazioni disfuzionali – portino la loro TESTIMONIANZA tra la gente e a tutti gli scettici.
    Per questo metto a disposizione la mia pagina.
  • Che quelle “patologie disfunzionali” che vengono “spacciate” per “Gastriti” e la cui unica soluzione proposta è un GASTROPROTETTORE A VITA – quando non un intervento chirurgico la cui riuscita “tecnica” dipende da tanti fattori – abbiamo una POSSIBILITÀ NON TRAUMATICA e CONSERVATIVA in più con cui “guarire”.

2) Che il Nutrizionista-Dietista venga riconosciuto come figura chiave in tutte le patologie Gastro-Enteriche, in quelle Autoimmuni, e nelle DISBIOSI, di cui sembra soffrire una quota consistente della popolazione. .

3) Che l’equipe Multi-Disciplinare composta da MEDICO, NUTRIZIONISTA-DIETISTA e FKT-OSTEOPATA siano gli strumenti di quel ritorno all’approccio IPPOCRATICO di cui parlo nei miei convegni in giro per l’Italia.

Per questo oggi vi porto con questo video le  testimonianze degli Osteopati Roi presso le Pediatrie Italiane per i bambini prematuri :

  • Ospedale Vittorio Buzzi – Milano
  • Ospedale Santo Spirito – Pescara
  • Ospedale San Pietro Fatebenefratelli – Roma
  • Ospedale Garibaldi – Catania
  • Ospedale San Giuseppe – Milano

ROI – Registro Osteopati Italiani

https://www.facebook.com/dottgabrieleprinzi/videos/481416549178674

 

Il mio AUGURIO a TE che segui questa pagina, e a LORO, che si riconoscono sempre più numerosi in questo piccolo esercito che si va radunando per riportare Ippocrate agli Italiani🙏🙏🙏 .

IL DISSENSO È UMANO,
IL CONFRONTO RISPETTOSO E PROSPETTICO,
È LA SOLUZIONE.

Il nostro augurio congiunto:

Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista

Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista

Dott.ssa Livia Emma – dietista

Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini

Flavio Leonori – Vivere in Forma

Roberta Garozzo

Emanuela Mortillaro

Dr. Alessandro Felice – Top Your Top

Dr. Giuseppe Compagno

Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere

Gianluca Catania Osteopata

Giuseppe Visalli – Osteopatia

Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista

Luca Speciani – DietaGIFT

Scuola Microbioma

AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti

Medicina di Segnale

Metodo Cecchetti

Metodo Trabucco

Liberi dal Reflusso

Tutti su MetabolicaMente

METABOLICAmENTE

Gabriele Prinzi

🎈🎈🎈

BUON 2020 A CHI È CONSAPEVOLE CHE LA SALUTE VALE! 

🎈🎈🎈  🎊 🎉 🎉 🎊 🎉 🎈🎈🎈

Intestino permeabile e barriera alterata: la causa di ogni malattia

Ho appena concluso questo workshop sulle sindrome dell’intestino permeabile (Leaky Gut Sindrom) in cui ho sentito relazione GRANDI SCIENZIATI e validi MEDICI.

Le varie relazioni hanno trattato delle TANTE CAUSE che creano patologie “bucando” questa complessa quanto delicata barriera che fa la differenza tra la mia parte interna (chi sono io) e quella esterna (banalmente la cacca…).

Splendide le metafore usate per descrivere il Microbiota, le leggerai prossimamente. Sono convinto che assistendo a questo workshop almeno il 95% degli utenti di questa pagina avrebbe cambiato lo specialista o il curante che li segue.
Consapevoli del perché UNA VALUTAZIONE SUPERFICIALE in un ambito così delicato come la salute non può che essere la base per una terapia inadeguata o INEFFICACE. .
Ho fatto foto e registrato video. E sarà mia cura e piacere condividere con te CON PAROLE SEMPLICI quello che mi ha colpito di più.

Soprattutto il video del Prof. FASANO, mito made in Puglia, ed autorità mondiale sulla Celiachia e la Leaky Gut.
Scrivo che non sono solo in questa battaglia culturale e professionale, e che c’è un esercito di professionisti della salute CON MENTALITÀ AGGIORNATA ed aperta.

In questo congresso ho re-incontrato due amici e colleghi dottori Giulio Ranalli e Greta Venturini, Biologi Nutrizionisti con cui collaboro in Centro-Sud Italia.
Me li sentirai nominare nuovamente 😉

Continua a seguire la pagina e condividi liberamente ciò che ritieni interessante perché è di pubblica utilità.
E PERCHÉ LA TUA SALUTE VALE!

 

Tutte le malattie nascono nell’intestino …

E tutti i medici si dovrebbero aggiornare costanteMente!

lo diceva Ippocrate più di duemila anni fa che tutte le malattie nascono dell’intestino.
Oggi – anzi dobbiamo parlare degli ultimi anni – abbiamo una conferma scientifica ratificata dalla letteratura internazionale, che nell’intestino si gioca la partita per la prevenzione di tutte le malattie.
Tutte tutte?
Si tutte!
Genetiche, metaboliche, degenerative, allergiche, autoimmuni, tumorali.
Tutte legate all’infiammazione.

Se ne parli col tuo curante si metterà a ridere.
Se gli dici Intestino Permeabile, Disbiosi o Microbiota, stai certo che la sua mano correrà immediatamente a vergare – sul suo ricettario – la miglior composizione di pilloline o goccine per l’ansia, per lo stress, o la depressione.

O, se sei fortunato, i migliori farmaci sintomatici che il mercato ti offre e il SSN ti passa gratis.
Peccato che dalle mie parti si dice che di quello che è gratis ti devi fidare poco…

Avendo avuto l’onore, oggi, di seguire un meraviglioso Congresso Scientifico con personaggi italiani meravigliosi, lo posso affermare con più decisione di ieri:
Più voci hanno confermato che la classe medica non è omogenea per preparazione e aggiornamenti.

Ne scriverò nei prossimi post.
E ti posterò anche la video relazione del Prof Alessio Fasano, autorità mondiale sulla Celiachia, che oggi ha emozionato tutti noi presenti qui 🥰

Grato all’universo di essere accompagnato in questo viaggio istruttivo da amici e colleghi validi, come Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista e Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista.

Continua a seguire la pagina e condividi liberamente tutto quello che pubblico in quanto di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!

 

Gli italiani rivogliono i medici che sanno fare diagnosi.

Nella medicina moderna sembra sparita la figura del clinico che aveva uno sguardo d’insieme. I pazienti vengono spediti da mille diversi specialisti – e fanno un miliardo di esami – per capire cosa hanno.

Per poi finire etichettati nelle due classiche diagnosi (“colon irritabile” o “fibromialgia”) in cui lo psicofarmaco diventa chiave di silenziamento dei sintomi e del non-riconoscimento del paziente nella sua sofferenza.

E forse per questo che l’italiano medio ha perso fiducia nel SSN?
O è anche per questo, che si moltiplicano le cure fai-da-te?

Ce lo spiega nei dettagli il servizio di Alessandro Filippo pubblicato già due fa sull’Espresso (quando dico che il SSN è morto da almeno due anni…).

Lo trovi a quest’indirizzo:

http://m.espresso.repubblica.it/attualita/2017/11/29/news/i-medici-che-sanno-fare-diagnosi-sono-estinti-per-il-paziente-e-via-crucis-tra-gli-specialisti-1.315123 .

Ricorda: una visita medica è a tutti gli effetti una consulenza specialistica, e un medico è né più né meno che un consulente.

Se non ti convince o non è all’altezza della sua professione, è tuo diritto e tuo interesse trovarne uno migliore.

Perché nulla ha più valore della tua salute !

È onesto che il tuo medico venga pagato dalle case farmaceutiche?

163 MILIONI DI EURO TRA IL 2015 E IL 2017 .

Tra il 2015 e il 2017 le principali 10 case farmaceutiche operanti in Italia hanno versato nelle tasche di 3.044 medici di Roma la bellezza di 59.188.850 euro attraverso finanziamenti e sussidi di vario tipo».

Il CODACONS ha deciso di analizzare report da cui emergono numeri da capogiro:
32.623 tra medici, fondazioni e ospedali, hanno complessivamente percepito in Italia 163.664.432,70 euro.
Soldi (riferisce cinquequotidiano.it e ilsecoloditalia. It) «versati dalle aziende farmaceutiche a titolo di accordi di sponsorizzazione, donazioni, viaggi, quote di iscrizione, corrispettivi e consulenze, ecc. .

Finanziamenti finalmente destinati ad essere passati al microscopio dell’Autorità Anticorruzione, attraverso un esposto dell’associazione CODACONS in cui si esorta ad aprire una istruttoria sul caso al fine di ricostruire i passaggi e verificare la correttezza delle sovvenzioni, «alla luce della possibile violazione dell”art. 30 del Codice di Deontologia medica» .

Ecco cosa recita L’art. 30:

▪”Evitare ogni condizione nella quale il giudizio professionale riguardante l’interesse primario (qual’è la salute dei cittadini) possa essere indebitamente influenzato da un interesse secondario”;

▪ “Dichiarare in maniera esplicita il tipo di rapporto che potrebbe influenzare le sue scelte consentendo al destinatario di queste una valutazione critica consapevole.”

Lo stesso articolo impone l’assoluto divieto per il medico di:

▪“Subordinare il proprio comportamento prescrittivo ad accordi economici o di altra natura, per trarne indebito profitto per sé e per altri”.

Stamattina sono senza parole… Mi vergogno a nominare DINOSAURI coloro che potrebbero essere attori di comparaggio…

FONTE:

Finanziamenti delle case farmaceutiche ai medici, il Codacons vuole vederci chiaro: e chiede un’ istruttoria

AGGIORNAMENTO

Prescrizioni facili di farmaci. La Procura indaga sui medici

Codacons e la corruzione in sanità

E ci risiamo. Codacons nella persona di Carlo Rienzi fa nomi e cognomi di medici ed istituzioni ( anche l'Istituto Superiore di Sanità ) che hanno preso soldi da case farmaceutiche. Il problema grosso è che l'ANAC ( Autorità Nazionale Anticorruzione ) dopo esposti scritti di Codacons "non fa nulla". Siamo difronte ad un sistema che difende se stesso anche contro palese violazione delle leggi di questo stato? Un medico che prende soldi da una multinazionale che produce farmaci, prescrive quel farmaco perché lo riconosce come valido rispetto ad un altro o perché riceve soldi in cambio.

Pubblicato da Salvatore Morelli su Domenica 13 gennaio 2019

Un robot che sostituisce il Pediatra ?

Il disastroso futuro è già adesso…

Visto che siamo tutti uguali, tutti “subiamo” gli stessi “protocolli”, e la stessa pillolina viene data a chiunque (indipendentemente da età, storia clinica e patologie associate) ecco che ciò che paventavo si sta già avverando.
I ROBOT in corsia.

Tramite Un algoritmo che permette di diagnosticare le malattie dei bambini, dall’influenza alla varicella e alla meningite, per la prima volta una INTELLIGENZA ARTIFICIALE riesce a imitare il ragionamento clinico di un medico per fare una diagnosi…

MA io mi domando: a che serve l’uomo se è tutto STANDARDIZZATO?
Chi fa’ ancora clinica e diagnosi?
E qual è – dal punto di vista clinico – la differenza TRA ME E TE?

Se siamo tutti uguali e se guardiamo solo ai valori del sangue e MANCHIAMO NELLA RACCOLTA DELL’ANAMNESI.. a cosa serve l’uomo?

Visto che COME MEDICI ci affidiamo solo agli esami, alle ecografie e alle TC, e non mettiamo più una mano sulla pancia… E non guardiamo più la lingua dei pazienti… E ai pazienti arriva da anni UN BOMBARDAMENTO GIORNALIERO da parte dei “maghi del marketing”… SERVE PIÙ LA TV (e le riviste) ma non l’uomo.

Visto che CI È STATO INSEGNATO a zittire l’empatia e MANCA la solidarietà tipica del genere umano… l’uomo non serve più.
L’umano ha fatto il suo tempo.
Ecco il robot.

Entro 5 anni, circa il 47% degli specialisti del SSN andranno in pensione, sostituiti da 33.000 specializzandi (senza maestri, senza trainer con esperienze).
E branche chirurgiche (Chirurgia, Ortopedia, Ginecologia) sono già abbandonate, e ne soffrono anche i medici d’urgenza e di pronto soccorso. Perché sono posizioni lavorative scomode, esposte alle denunce e ai TEMPI BIBLICI della Giustizia Italiana.

Non voglio proteggere, ne giustificare nessuno.
Se non IL GENERE UMANO.
Sono il primo che si “inca…. za” per certi atteggiamenti di medicina superficiale e settoriale ma…
… Ma un robot proprio non lo accetto! 😡😡😡 .
Non voglio che mio figlio (nato nel 2009) da grande debba trovarsi di fronte NON IL MEDICO (umano) DI FAMIGLIA (ormai perduto nei meandri della burocrazia) MA UN BANCOMAT, in cui infila un DITO, viene fatta un’analisi del sangue E POI… Esce fuori lo scontrino con LA TERAPIA DA FARE 😳 .
Non prendermi per matto.
È già realtà.
Né avevo già scritto qui:

Arrivano i robot in corsia. Lo avevo già previsto

Rimani allerta e aggiornati!
E condividi liberaMente ogni singolo post che trovi interessante perché è di pubblico interesse.
E perché la tua salute vale!

Vitamina D, la grande incompresa (a iniziare dai medici)

Non si capisce perché, ma molti terapeuti hanno gravi difficoltà rispetto a come e quanta vitamina D somministrare.
Specialmente quelli che non leggono i lavori scientifici più attuali, più moderni e che sono chiari sugli effetti della vitamina D.

Per esempio, che adeguati livelli di vitamina D possono aiutare a proteggerci da un certo numero di MALATTIE, comprese alcune forme di TUMORE.

Cedric Garland – professore di Epidemiologia del Dipartimento di medicina della famiglia e preventiva – afferma che «un livello sierico di vitamina D tra 40 e 60 ng/ml è necessario per la riduzione sostanziale nel rischio di molte malattie, tra cui:
– cancro al seno – tumore del colon-retto – sclerosi multipla – diabete di tipo 1 .

E a volte chi dovrebbe essere competente nella prescrizione, si dimentica che delle tante vitamine di questa famiglia, la VITAMINA D3 è quella attiva come ormone su tantissime parti del DNA e su 600 processi metabolici, e che ha una emivita di 24 ore (cioè ogni giorno diventa la metà rispetto al giorno prima).
Così ecco i primi problemi. Così inizia la grande confusione.

Quale è il livello normale? Quante UI vanno somministrate? Con che frequenza? È vero che si rischiano i calcoli renali?

Se cercate on line il bugiardino dell’integratore più noto e venduto in Italia, per valori di D3 inferiori a 30ng, si fa SOMMINISTRAZIONE GIORNALIERA:

  • Da 5000 a 10000 UI al giorno negli adulti (per 1-2 mesi).
  • Da 2000 a 4000 UI ai bambini (per 6-7 mesi).

Nessuna casa farmaceutica si mette sotto scacco. Nessuna casa farmaceutica è interessata ad avere delle cause legali per gli effetti collaterali.
Perché – come direbbe Antonio de Curtis, in arte Totó – ‘CCA NISCIUNO È FESSO.

Quindi, se una casa farmaceutica ti scrive che quelle sono le unità da ASSUMERE GIORNALMENTE, puoi stare certa che sono almeno il doppio. Adesso è tutto chiaro? Ti sei resa conto di quanto è Dinosauro il terapeuta che ti ha prescritto la vitamina D ogni tre settimane? O una volta al mese?

Se il timore dei calcoli renali fa paura a chi vi cura, tranquillizzatelo.

Uno studio su 2000 pazienti dissipa quest’ansia: monitorati i partecipanti per 19 mesi, i ricercatori ne hanno trovato solo 13 coi calcoli renali.

Mentre vengono confermati i fattori determinanti nello sviluppo dei calcoli renali – età avanzata, sesso maschile e elevato indice di massa corporea – viene confermato che ASSUMERE VITAMINA D NON AUMENTA il RISCHIO .

L’assunzione di Vitamina D specificate dalla National Academy of Sciences (cioè 4000 UI AL GIORNO per le persone di età compresa tra 9 anni e 24 anni) sono un punto di riferimento per l’esame da parte dei medici.

Care amiche e amici della pagina …
So che molti hanno paura di prescrivere la vitamina D come se fosse veleno, mentre non si preoccupano di scrivere gastroprotettori, antibiotici e psicofarmaci come fossero caramelline senza effetti collaterali…

I dati scientifici su danni ed effetti collaterali sono chiari. Quindi, non saperli è atto di imprudenza o imperizia.
Due atti contrari al Primo Precetto Ippocratico che recita:

“Primum, non nuocere”.

Per tale motivo sulla mia pagina di gratuita divulgazione medica traduco i lavori scientifici internazionali più attuali perché mi sono veramente stancato di leggere 🤬🤬🤬 le innumerevoli “fake news mediche”, delle leggende metropolitane e dei “si è sempre fatto così” sulla Vitamina D.

Ecco dove approfondire:

🌞VITAMINA D PERCHÉ I MEDICI HANNO PAURA A PRESCRIVERLA GIORNALMENTE?

🌞4.000 UI DI VITAMINA D AL GIORNO TOLGONO LA RETTOCOLITE ULCEROSA DI TORNO

🌞 UNA SPREMUTA DI SOLE OGNI GIORNO

🌞VITAMINA D PER PER PREVENIRE DEMENZA E ALZHEIMER.

🌞COLESTEROLO ALTO, USO DI STATINE, BASSA VITAMINA D… E RISCHIO FRATTURE 

E c’è bisogno del tuo aiuto consapevole.
Condividi liberaMente ciò che pubblico perché è di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!

Ci sono due tipi di medicina. Quella degli “schiavi” e quella degli “uomini liberi”

Quella per gli schiavi prevede la rapida rimozione del sintomo. Così che lo schiavo possa tornare al più presto al lavoro.

Quella per gli “uomini liberi” prevede la conoscenza e la comprensione del sintomo, il suo significato per la salute complessiva del corpo, per l’equilibrio della persona e per la sua famiglia. (cito dal fedro di Platone – IV secolo a.C.) .

Una ulteriore distinzione tra il medico degli schiavi e il medico dei liberi – per Platone – è che il primo agisce come un “tiranno”, non parla con il malato, e per rimuovere velocemente i sintomi prescrive farmaci senza neppure spiegargli gli effetti.

Il medico dei liberi, invece cerca la causa del sintomo, interroga il paziente ed i suoi amici/familiari, e non prescrive farmaco senza averne spiegato gli effetti. E oltre ai farmaci prescrive dieta e comportamenti da seguire.

L’ OMS connette le malattie al proporzionale consumo di farmaci: più farmaci si prendono più ci si ammala, perché tutti i farmaci (dal greco “farmacon”, “veleno”) hanno effetti collaterali negativi, dannosi . Sono sopratutto i farmaci prescritti inappropriatamente a produrre malattie, perché eliminano i sintomi ma gli effetti collaterali si accumulano, generando altri sintomi, generando l’assunzione di altri farmaci. In un circolo vizioso.

Così, a volte, è umano avere il sospetto che i farmaci generano più malattie di quante ne curino …

Quindi, amica o amico che leggi, smettiamo di essere superficiali quando stiamo male! Guardiamo oltre il sintomo.

Perchè non ha senso combattere il sintomo lasciando che la causa di una malattia continui inesorabile il suo percorso.

Un medico non è altro che un consulente. Ogni consulenza con un “medico dei liberi” va vista come un investimento,
perché la tua salute vale!

Leggi. Approfondisci. Rifletti.

Condividi e continua a seguire la pagina! .

 

Il “pessimo futuro” della medicina … È adesso!

IL "PESSIMO FUTURO" DELLA MEDICINA …. E' ADESSO!.Stiamo assistendo GIA OGGI ad una #carestia di camici bianchi.Sono solo alcuni dei tanti segnali di un allarme rilanciati a più mandate da sindacati, ordini di categoria e società scientifiche. .Infatti, nel giro dei prossimi 5 anni andranno in pensione oltre 40mila medici, non saranno sostituiti – se non in parte – da 31.000 nuovi "specializzandi" (cioè medici in formazione specialistica e non specialisti), per colpa di un’errata programmazione.. Soffrono in particolare alcune discipline (chirurghi, pediatri, anestesisti, ginecologi, medici di pronto soccorso) non più appetibili perché le più esposte alle denunce del cittadino o perché offrono meno sbocchi professionali..La Federazione delle aziende sanitarie (#Fiaso) e l’associazione dei dirigenti #Anaao-#Assomed calcolano che anche in caso di totale sblocco del turnover, non si riuscirà a compensare nel prossimo quinquennio i dipendenti in uscita tra pensionati, prepensionati e "fuggitivi" verso il più remunerativo privato o l’estero..Oltre che i fuggitivi a favore della #quota100. .Non va meglio per i medici di base: secondo le proiezioni della #Fimmg – nel 2028 se ne saranno andati in oltre 33mila. Ma le borse di studio annue sono 1.100. in 10 anni se ne vanno in 33.000 e vengono rimpiazzati in 11.000Lasciando 14 milioni di italiani potenzialmente orfani del Medico di Base….Così si è creato quello che viene definito un ‘imbuto formativo’, con il nostro sistema di formazione che sforna meno medici di quelli che serviranno. ..Ecco nei dettagli la ricetta della "carestia perfetta": .1) I laureati in Medicina sono obbligati ad una specializzazione, come quella che dura 3 anni per essere medico di base..2) La specializzazione viene pagata dallo stato (fondi del Ministero dell'Università) o dalle regioni.3) Ministeri e regioni sottostanno al MeF (Ministero delle Finanze) che ogni anno riduce gradualmente i fondi..4) Per la carenza di posti di lavoro, di concorsi o di pianificazione sanitaria, migliaia di medici italiani vanno a lavorare in altri sati Europei, portandosi dietro know-how e milioni di euro di investimenti in formazione andati in fumo..A cosa porta questo?.Già gli utenti si lamentano dei pronti soccorsi INEFFICIENTI, delle LUNGHE LISTE D'ATTESA, dello scarso tempo (e a volte qualità di lavoro) messo a disposizione del medico di base – soffocato dalla burocrazia! – e gli specialisti che si basano sui #protocolli… .CI ASPETTA UN FUTURO DOVE I "TECNICI DI MEDICINA" (o #ROBOT) SOSTITUISCONO I MEDICI?DOVE TUTTI SIAMO VISTI COME ROBOT E APPLICIAMO PROTOCOLLI TUTTI UGUALI PER CHIUNQUE?.Commenta ciò che pensi di come funziona il SISTEMA SANITARIO NAZIONALE. . FONTI:https://roma.corriere.it/notizie/cronaca/18_dicembre_28/negli-ospedali-chirurgo-cinque-pronto-ad-andare-pensione-5a207356-0a12-11e9-a49c-4bf0b44c41d0.shtml. https://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/sanita-medicina-dottori-universita-41-scuole-specializzazione-sono-fuorilegge/3e03468e-e452-11e8-919d-0d628ef7042a-va.shtml?refresh_ce-cp.#latuasalutevale #dottgabrieleprinzi#informareeguarire #umaninonrobot #psicobiotaevita #metabolicamente

Pubblicato da Dr. Gabriele Prinzi su Domenica 30 dicembre 2018

 

Stiamo assistendo GIÁ OGGI ad una carestia di camici bianchi.
Sono solo alcuni dei tanti segnali di un allarme rilanciati a più mandate da sindacati, ordini di categoria e società scientifiche.

Infatti, nel giro dei prossimi 5 anni andranno in pensione oltre 40mila medici, non saranno sostituiti – se non in parte – da 31.000 nuovi “specializzandi” (cioè medici in formazione specialistica e non specialisti), per colpa di un’errata programmazione.

Soffrono in particolare alcune discipline dei Chirurghi, Pediatri, Anestesisti, Ginecologi, Medici di Pronto Soccorso, non più appetibili perché le più esposte alle denunce del cittadino o perché offrono meno sbocchi professionali.

La Federazione delle aziende sanitarie (FIASO) e l’associazione dei dirigenti Anaao-Assomed calcolano che anche in caso di totale sblocco del turnover, non si riuscirà a compensare nel prossimo quinquennio i dipendenti in uscita tra pensionati, pre-pensionati e “fuggitivi” verso il più remunerativo privato o l’estero.

Oltre che i fuggitivi a favore della quota100.

Non va meglio per i medici di base: secondo le proiezioni della FIMMG – nel 2028 se ne saranno andati in oltre 33mila.
Ma le borse di studio annue sono 1.100.
in 10 anni se ne andranno 33.000 che verranno rimpiazzati da 11.000 Medici di base, lasciando 14 milioni di italiani potenzialmente orfani del Medico di Base…

Così si è creato quello che viene definito un ‘imbuto formativo’, con il nostro sistema di formazione che sforna meno medici di quelli che serviranno.

Ecco nei dettagli la ricetta della “carestia perfetta”:

  1. I laureati in Medicina sono obbligati ad una specializzazione, come quella che dura 3 anni per essere medico di base;
  2. La specializzazione viene pagata dallo stato (fondi del Ministero dell’Università) o dalle regioni;
  3. Ministeri e regioni sottostanno al MEF (Ministero Economia e Finanze) che ogni anno riduce gradualmente i fondi;
  4. Per la carenza di posti di lavoro, di concorsi o di pianificazione sanitaria, migliaia di medici italiani vanno a lavorare in altri stati Europei, portandosi dietro il know-how e milioni di euro di investimenti in formazione andati in fumo.

A cosa porta questo?

Già gli utenti si lamentano dei pronti soccorsi INEFFICIENTI, delle LUNGHE LISTE D’ATTESA, dello scarso tempo (e a volte qualità di lavoro) messo a disposizione del medico di base – soffocato dalla burocrazia! – e gli specialisti che si basano sui protocolli…

CI ASPETTA UN FUTURO DOVE I “TECNICI DI MEDICINA” (o ROBOT) SOSTITUISCONO I MEDICI?
DOVE TUTTI SIAMO VISTI COME ROBOT E APPLICHIAMO PROTOCOLLI TUTTI UGUALI PER CHIUNQUE?

Commenta ciò che pensi di come funziona il SISTEMA SANITARIO NAZIONALE.

FONTI:

Lazio, allarme chirurghi: uno su cinque pronto ad andare in pensione

Sanità: 41 Scuole di specializzazione sono fuorilegge

Hai Trigliceridi e Colesterolo alto? Diabete o problemi di cuore?

Allora devi guardare questo video!!!

HAI TRIGLICERIDI E COLESTEROLO ALTO? DIABETE O PROBLEMI DI CUORE? ALLORA DEVI VEDERE QUESTO VIDEO!!! . Amiche e amici della pagina, ancora oggi la letteratura scientifica si interroga sugli effetti che l'amido e gli zuccheri contenenti fruttosio (ad es. #Saccarosio) hanno su trigliceridi e ipercolesterolemia.. La guerra ai grassi e al #colesterolo – da quando i grassi sono diventati il nostro Nemico NUMERO 1 – ha dettato le linee guida internazionali: ci hanno di conseguenza portato a mangiare meno grassi e più carboidrati. Per ridurre il rischio di infarti dicevano… .Le linee guida mediche hanno COSTANTEMENTE ABBASSATO il livello di colesterolo considerato pericoloso e hanno COSTANTEMENTE AMPLIATO il numero di individui per i quali si raccomandava la TERAPIA, prima con i #fibrati (estratti da un diserbante) e poi con le #statine. Suggerendo diete ricche di carboidrati e povere di grassi avremmo dovuto avere una riduzione del numero di infarti, giusto? .Ma la cosa strana è che gli infarti sono aumentati…Ed È aumentata l'obesità nel mondo.E la malattia da eccesso di trigliceridi. E diabete ed l'insulino-resistenza sono a livelli da epidemia… . Sulla eliminazione di alcuni grassi siamo d'accordo, ma su altri no. Perché indispensabili alla salute! E se da un lato lo zucchero crea dipendenza ed è la causa di parecchie malattie… dall'altro lato è la principale fonte di trigliceridi. Da cui poi si forma il temibile LDL… . Molte industrie hanno una storia di finanziamento della ricerca che ha portato a interpretazioni favorevoli di prove controverse relative agli effetti sulla salute di:- fumo (le Camel erano pubblicizzate dai Medici) – effetti terapeutici dei farmaci- relazione tra bevande zuccherate e aumento di peso o obesità. Una fra tante… L'industria dello Zucchero. . Infatti, la "Sugar Research Foundation" (SRF) ha segretamente finanziato una "revisione" del 1967 pubblicata sul New England Journal of Medicine (NEJM), che HA SCARTATO LE PROVE che collegavano il consumo di zucchero e saccarosio alla malattia coronarica (CHD) e al rischio di infarto. .Sembra che nascondesse anche il ruolo della #disbiosi nell'ipertrigliceridemia indotta da saccarosio. E che il consumo di saccarosio avrebbe potuto essere associato al cancro della vescica (come i fibrati). . The Sugar Association ha sempre negato che il saccarosio avesse effetti metabolici legati alle malattie cronice… al di là dei suoi effetti "calorici"..E il 5 gennaio 2016 ha persino emesso un comunicato stampa criticando uno studio che suggeriva che lo zucchero può indurre una crescita di metastasi tumorali maggiori rispetto a una dieta a base di amido non zuccherino (nonsugar starch diet). Ha affermato che "non è stato stabilito alcun legame credibile tra zuccheri e cancro ingeriti". . Al contrario, sembra che l'industria dello zucchero abbia interrotto il finanziamento di uno studio sugli animali che stava riscontrando risultati confermanti l'associazione tra zuccheri e cancro, con possibile importanti effetti per l'uomo.. Gli studi finanziati dall'industria alimentare e delle bevande – o condotti da AUTORI CON CONFLITTI DI INTERESSE nel settore alimentare e delle bevande – sono sempre stati critici verso le prove che dimostravano che il fruttosio ha effetti metabolici nocivi.. E se dici qualcosa contro le statine sei tacciato di essere un ignorante, di spacciare #fake #news o peggio… di essere un #complottista… . Peccato che diversi cardiologi hanno ribadito che i benefici delle statine sono stati grossolanamente esagerati (soprattutto come prevenzione primaria), mentre i loro rischi sono stati costantemente sottostimati. Perchè i rischi ci sono e le statine FANNO DANNI ENORMI ALL'ORGANISMO. . Ad esempio, ci sono 44 studi randomizzati controllati (RCT) di interventi farmacologici o dietetici per abbassare le LDL che non mostrano alcun beneficio sulla mortalità. La maggior parte di questi studi hanno riportato DANNI SIGNIFICATIVI. Tuttavia, questi studi non hanno ricevuto molta pubblicità… curioso no? . Inoltre, lo studio Accelerate – studio controllato randomizzato in doppio-cieco condotto di recente – non ha dimostrato ALCUNA RIDUZIONE VISIBILE negli eventi INFARTUALI O nella MORTALITÀ , nonostante un aumento del 130% del colesterolo HDL ed un calo del 37% dell'LDL. Il risultato ha sconcertato molti esperti, innescando un rinnovato scetticismo sulla veridicità dell'ipotesi del colesterolo..Alcuni sostengono che la preponderanza delle prove sulle statine sia stata contaminata da "sponsorizzazioni industriali", influenzate da "inganni statistici" e inframmezzate da "metodologia imperfetta". Nonostante miliardi investiti nello sviluppo di medicinali per ridurre il colesterolo LDL, non vi è alcuna evidenza di beneficio clinico rispetto a eventi o mortalità.Tranne quelli economici… . Avevo già scritto su questa pagina e su questo argomento. E ho intenzione di continuare a farlo, una volta che saranno passate le festività (per non rovinarli le cene in famiglia). . So benissimo che con Google e Facebook tutti sono bravi, ma in medicina… o nella nutrizione… EVITIAMO I dinosauri che ancora credono alla favoletta delle chilocalorie o ti propongono le statine non appena hai il colesterolo a 181.O peggio: usano ansiolitici e benzodiazepine x curare la tua #gastrite perché pensano che tu sia matta o esagerata…. . La dieta fa molto. Anche lo stile di vita. Se hai dubbi affidati all'esperto!Se vuoi le informazioni le trovi qui! . Continua a seguire la pagina e condividi liberaMente ogni singolo post che pubblico, in quanto di pubblica utilità. E Perchè la tua salute vale! .#latuasalutevale #dottgabrieleprinzi #informareeguarire #ippocrate #metabolicamente #AMIE

Pubblicato da Dr. Gabriele Prinzi su Mercoledì 26 dicembre 2018

 

Amiche e amici della pagina, ancora oggi la letteratura scientifica si interroga sugli effetti che l’amido e gli zuccheri contenenti fruttosio (ad es. Saccarosio) hanno su Trigliceridi e Ipercolesterolemia.

La guerra ai grassi e al Colesterolo – da quando i grassi sono diventati il nostro Nemico NUMERO 1 – ha dettato le linee guida internazionali:
ci hanno di conseguenza portato a mangiare meno grassi e più carboidrati.
Per ridurre il rischio di infarti dicevano…

Le linee guida mediche hanno COSTANTEMENTE ABBASSATO il livello di colesterolo considerato pericoloso e hanno COSTANTEMENTE AMPLIATO il numero di individui per i quali si raccomandava la TERAPIA, prima con i Fibrati (estratti da un diserbante) e poi con le Statine.
Suggerendo diete ricche di carboidrati e povere di grassi avremmo dovuto avere una riduzione del numero di infarti, giusto?

Ma la cosa strana è che gli infarti sono aumentati…
Ed è aumentata l’obesità nel mondo.
E la malattia da eccesso di Trigliceridi.
E diabete ed l’Insulino-resistenza sono a livelli da epidemia…

Sulla eliminazione di alcuni grassi siamo d’accordo, ma su altri no. Perché indispensabili alla salute!
E se da un lato lo zucchero crea dipendenza ed è la causa di parecchie malattie… dall’altro lato è la principale fonte di Trigliceridi.
Da cui poi si forma il temibile LDL…

Molte industrie hanno una storia di finanziamento della ricerca che ha portato a interpretazioni favorevoli di prove controverse relative agli effetti sulla salute di:

➡ fumo (le Camel erano pubblicizzate dai Medici)

➡ effetti terapeutici dei farmaci

➡ relazione tra bevande zuccherate e aumento di peso o obesità .

Una fra tante… L’industria dello Zucchero.

Infatti, la “Sugar Research Foundation” (SRF) ha segretamente finanziato una “revisione” del 1967 pubblicata sul New England Journal of Medicine (NEJM), che HA SCARTATO LE PROVE che collegavano il consumo di zucchero e saccarosio alla malattia coronarica (CHD) e al rischio di infarto.

Sembra che nascondesse anche il ruolo della Disbiosi nell’Ipertrigliceridemia indotta da saccarosio.
E che il consumo di saccarosio avrebbe potuto essere associato al cancro della vescica (come i Fibrati).

The Sugar Association ha sempre negato che il saccarosio avesse effetti metabolici legati alle malattie croniche… al di là dei suoi effetti “calorici”.

E il 5 gennaio 2016 ha persino emesso un comunicato stampa criticando uno studio che suggeriva che lo zucchero può indurre una crescita di metastasi tumorali maggiori rispetto a una dieta a base di amido non zuccherino (nonsugar starch diet).
Ha affermato che “non è stato stabilito alcun legame credibile tra zuccheri e cancro ingeriti”.

Al contrario, sembra che l’industria dello zucchero abbia interrotto il finanziamento di uno studio sugli animali che stava riscontrando risultati confermanti l’associazione tra zuccheri e cancro, con possibile importanti effetti per l’uomo.

Gli studi finanziati dall’industria alimentare e delle bevande – o condotti da AUTORI CON CONFLITTI DI INTERESSE nel settore alimentare e delle bevande – sono sempre stati critici verso le prove che dimostravano che il fruttosio ha effetti metabolici nocivi.

E se dici qualcosa contro le statine sei tacciato di essere un ignorante, di spacciare fake news o peggio… di essere un complottista…

Peccato che diversi cardiologi hanno ribadito che i benefici delle statine sono stati grossolanamente esagerati (soprattutto come prevenzione primaria), mentre i loro rischi sono stati costantemente sottostimati.
Perché i rischi ci sono e le statine FANNO DANNI ENORMI ALL’ORGANISMO.

Ad esempio, ci sono 44 studi randomizzati controllati (RCT) di interventi farmacologici o dietetici per abbassare le LDL che non mostrano alcun beneficio sulla mortalità.
La maggior parte di questi studi hanno riportato DANNI SIGNIFICATIVI. Tuttavia, questi studi non hanno ricevuto molta pubblicità… curioso no?

Inoltre, lo studio Accelerate – studio controllato randomizzato in doppio-cieco condotto di recente – non ha dimostrato ALCUNA RIDUZIONE VISIBILE negli eventi INFARTUALI O nella MORTALITÀ , nonostante un aumento del 130% del colesterolo HDL ed un calo del 37% dell’LDL.
Il risultato ha sconcertato molti esperti, innescando un rinnovato scetticismo sulla veridicità dell’ipotesi del colesterolo.

Alcuni sostengono che la preponderanza delle prove sulle statine sia stata contaminata da “sponsorizzazioni industriali”, influenzate da “inganni statistici” e inframmezzate da “metodologia imperfetta”.
Nonostante miliardi investiti nello sviluppo di medicinali per ridurre il colesterolo LDL, non vi è alcuna evidenza di beneficio clinico rispetto a eventi o mortalità.
Tranne quelli economici…

Avevo già scritto su questa pagina e su questo argomento.
E ho intenzione di continuare a farlo, una volta che saranno passate le festività (per non rovinarli le cene in famiglia).

So benissimo che con Google e Facebook tutti sono bravi, ma in medicina… o nella nutrizione… EVITIAMO I dinosauri che ancora credono alla favoletta delle chilocalorie o ti propongono le statine non appena hai il colesterolo a 181.
O peggio: usano Ansiolitici e Benzodiazepine per curare la tua Gastrite perché pensano che tu sia matta/o oppure esagerata/o….

La dieta fa molto.
Anche lo stile di vita.
Se hai dubbi affidati all’esperto!
Se vuoi le informazioni le trovi qui!

Continua a seguire la pagina e condividi liberaMente ogni singolo post che pubblico, in quanto di pubblica utilità.
E Perché la tua salute vale!

Vitamina D – Perché i medici hanno paura a prescriverla giornalmente?

Esistono parecchi lavori scientifici che mettono in luce le proprietaria anti-infiammatorie e il ruolo protettivo sui tumori della Vitamina D.

Sfortunatamente nell’ambito medico – come in altre professioni – si va a avanti a forza di “si è sempre fatto così”… o sulla base di “leggende metropolitane”.
E queste leggende sembrano DAVVERO spaventare a morte i medici. Anche se basterebbe studiare per vederle scomparire …

Il timore dei potenziali effetti Collaterali negativi è tale che le prescrizioni sono INAPPROPRIATE come quantità e frequenza.

Peccato che – PUR SAPENDO QUANTI DANNI FANNO A LUNGO TERMINE – i medici continuano a prescrivere allegramente altri farmaci, come ad esempio:

☠ GASTROPROTETTORI:

è noto che causano Anemia, Osteoporosi, aumento delle Fratture, Infezioni Polmonari, Disbiosi e Infezioni Intestinali e RIDUCONO LE CAPACITA’ DIGESTIVE di chi li assume (Vagolisi).
I più “complottisti” studiano i potenziali effetti cancerogeni…

ANTIBIOTICI:

quando usati male o per motivi inesistenti creano Disbiosi intestinale cutanea e vaginale, Candidosi, antibiotico-resistenza.
Alcuni ANTIBIOTICI (Fluorochinolonici) sono SCONSIGLIATI dal Ministero x effetti avversi noti, eppure vengono usati ogni giorno (perché si è sempre fatto così). 

☠FARMACI PER IL DIABETE:

Su questi ci vorrebbe un post a parte, perché il 90% dei casi di diabete è INSULINO RESISTENZA.
È una predisposizione da cui si guarisce e non una Malattia.
Le pillole per il Diabete PROVOCANO DIARREA e MALASSORBIMENTO.
E le danno agli adolescenti, alle ragazzine con sindrome dell’ovaio policistico (anche da questa si guarisce).

PERÒ, mantenere attiva la malattia e peggiorarla (perché poi hai gli effetti del malassorbimento) per alcuni, è ETICAMENTE CORRETTO.

Eppure questi SIGNORI provano timore a prescrivere 2 – 3 o 4000 UI al giorno di vitamina D… triste…
La mia etica é diversa.

La mia visione degli squilibri ormonali vitaminici e oligominerali mi porta a lavorare sulla causa, a RE-equilibrarli.
Non ha senso zittire i sintomi, perché così mantieni una malattia. A meno che non sia una strategia di marketing per “fidelizzare” i clienti …

Il mondo sta cambiando.

E c’è bisogno del tuo aiuto consapevole. Usa le risorse della rete consapevolmente e allenaTi ad occuparti della “manutenzione ordinaria” della tua salute, lasciando ai MEDICI DI CUI TI FIDI quella “straordinaria”.

Di chi fidarti?

:mrgreen: Di quelli che non si nascondono dietro un titolo o un camice,

😎 di quelli che condividono gratuitamente il loro sapere e le loro scoperte,

😛 di quelli che ti danno le fonti da cui approfondire,

😮 di quelli che oltre il corpo vedono e curano il cuore e l’anima,

😯 Di quelli UMANI (non robot!) che ti riconoscono come umano (e non come un numero),

😀 Di quelli che SI RICORDANO la lezione di Ippocrate:

PRIMUM NON NUOCERE.

In quanto ogni farmaco ha effetti collaterali, la strategia di cura DEVE VALUTARE costi e benefici.

Prescrivere “AD CATSUM” perché si è sempre fatto così, per il Giudice può significare imperizia e imprudenza.

Riflettici…

Rimani ALLERTA e AGGIORNATA/O.

Continua a seguire QUESTA PAGINA DI INFORMAZIONE GRATUITA, dove traduco dal medichese – senza supercazzole !! – argomenti medici attuali con la finalità di smontare “fake news” mediche, “leggende metropolitane” e i “si è sempre fatto così”, con tanto di letteratura medica a supporto.

Può risultare SCOMODA a CERTI INDIVIDUI (laureati in Google o Facebook) PERCHÉ RISVEGLIA LE COSCIENZE e ti fa aprire gli occhi su un mondo in rapida Re-evoluzione.

Condividi liberaMente ciò che pubblico perché è di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!

Ispirato dal post di Morena Pantalone qui:

Perché i medici sono riluttanti a prescrivere la vitamina D ?

Qui tutti gli articoli sulla vitamina D

Una spremuta di sole ogni giorno? La vitamina D è l’unica ad essere prodotta dal sole

I raggi UVB tra le 12:00 e le 14:00 creano una reazione chimica in cui dal Colesterolo viene prodotta la forma attiva di questa vitamina (in realtà sono 5) la quale agisce come un ormone e ha effetti su 600 attività metaboliche, ed esercita effetti epi-genetici sul nostro DNA.

I nostri ritmi di vita sono molto diversi da quelli dei nostri antenati: luoghi di lavoro al chiuso, vita notturna, creme solari …
In più, il cibo industriale, l’allevamento intensivo e l’amore per le “cose raffinate” hanno ridotto la quota di questa vitamina che un tempo introducevamo con l’alimentazione.

A peggiorare la situazione, i farmaci (per colesterolo e i trigliceridi, i gastroprotettori, i farmaci per il diabete e gli antibiotici) ne riducono la metabolizzazione e l’assorbimento intestinale.

VISTA LA SUA IMPORTANZA PER LA SALUTE , se non puoi concederti 15/20 minuti di esposizione solare al giorno – in maniche e calzoncini corti – come puoi assumerla?

Il modo più semplice ed efficace è l’integrazione Giornaliera meglio se per via sublinguale.
Molti medici e specialistici nel corso degli anni, l’hanno prescritta nelle maniere più strampalate: una volta al mese, due volte al mese, una volta la settimana.
Questo perché sono stati “tratti in inganno” da un ERRORE STATISTICO e di progettazione degli studi prospettici. E questo ha falsato la maggior parte degli studi scientifici pubblicati sulla VITAMINA D.

Se sei interessato all’argomento, ho già parlato di questo errore statistico in un altro posto, lo trovi qui:

VITAMINA D – INCOMPRESA – COME EVITARE ERRORI DA PRESCRIZIONE MEDICA

Ti invito a continuare a seguire QUESTA PAGINA DI INFORMAZIONE GRATUITA – che risulta essere SCOMODA PER CERTI INDIVIDUI (laureati in Google o Facebook) PERCHÉ smonta le “fake news e le leggende metropolitane” e RISVEGLIA LE COSCIENZE.

Ti fa aprire gli occhi su un mondo in rapida evoluzione E ti aiuta a comprendere che PUOI ESSERE IL MEDICO DI TE STESSO.

Continua a condividere liberaMente ciò che pubblico perché è di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!