Il Diabete di tipo 2 si può guarire.

E le chilocalorie… “sono una cagata pazzesca”!
(cit. Fantozzi)

Viviamo in un mondo ricco di cibo, in cui gli esseri umani in sovrappeso hanno superato quelli che muoiono di fame.
Terribile no?

Le malattie che girano attorno alla Sindrome Metabolica stanno per diventare le più grandi “assassine” al mondo.
Infatti, rappresentano la maggior causa dei 35 milioni di morti all’anno nei paesi in via di sviluppo.
La causa di questo aumento è attribuita all’epidemia di Obesità che, a sua volta, viene legata all’eccesso globale di calorie.

Tuttavia, due considerazioni epidemiologiche mettono in dubbio questa tesi:

  1. Ci sono paesi con popolazioni obese senza essere diabetici (come Islanda, Mongolia e Micronesia), e ci sono paesi con popolazioni diabetiche senza essere obesi, come India, Pakistan e Cina. Quindi molte persone con peso normale (fino a un terzo del totale) “soccombono” al diabete di tipo 2 senza presentare obesità.
  2. L’80% della popolazione obesa presenta almeno una delle malattie della sindrome metabolica – Ipertensione, Dislipidemia, Steatosi Epatica e Diabete di tipo 2 – ma il 20% degli individui obesi non le presenta.
    Viceversa, fino al 40% degli adulti “normopeso” presentano le stesse patologie della sindrome metabolica: Ipertensione, Dislipidemia, Steatosi epatica e Malattie Cardiache.

Pertanto, l’obesità e l’eccesso calorico, non spiegano l’epidemia mondiale a cui assistiamo.

E se l’obesità è un indicatore di questa patologia, non ne è la causa, perché anche le persone “normopeso” soffrono della Sindrome Metabolica.

Quindi… Che cosa ci sta sfuggendo? Che cosa stiamo sbagliando?

Un primo errore è che il 90% dei pazienti ETICHETTATI come DIABETICI di tipo 2, ha in effetti una INSULINO-RESISTENZA ed è REVERSIBILE. 

In questa “predisposizione” non si ha la carenza di Insulina, come nel diabete tipo 1, ma un eccesso di insulina, che sembra “essere incapace” di far entrare lo zucchero dentro le cellule del corpo, mantenendo alta la glicemia.

Quindi, se la glicemia alta permette al mondo medico di etichettare tutti i pazienti come diabetici, dall’altro lato le cause del diabete tipo 2 sono gestibili ed é possibile regolarizzare la glicemia dei pazienti, facendo degli aggiustamenti dell’alimentazione DIVERSI DA QUELLO DELLE CHILOCALORIE.

D’altronde, per OMS i CAMBIAMENTI delle ABITUDINI ALIMENTARI sono il primo e più importante agente terapeutico nel diabete – seguito dall’attività sportiva e solo dopo dai farmaci.

Peccato che poi il Ministero Italiano e le Associazioni degli Specialisti in Italia non sono totalmente aderenti a queste raccomandazioni …

Ma due cose vanno dette SUBITO

  1. I FARMACI DEL DIABETE (che ti prescrivono a vita) hanno costi enormi sulla salute, a cominciare dalla diarrea e dal malassorbimento dei micronutrienti che creano. E dalla potenziale disbiosi che generano.
  2. LA DIETA CON LE CHILOCALORIE che riduce la quantità delle cose che mangi è UNA CAVOLATA ed è meno efficace dei cambiamenti basati su INDICE E CARICO GLICEMICO/INSULINICO, così come consiglia L’OMS ANCHE per le gravide.

Mi rendo conto che quando mi scaglio contro le Chilocalorie suono “anormale”, ma si stanno accumulando prove scientifiche relative all’efficacia di diete POVERE di CARBOIDRATI e ad ALTO CONTENUTO di GRASSI per la prevenzione e il trattamento delle Malattie Cardiache, del Diabete di tipo 2 e dell’Obesità.

Per gli “ignoranti” che scrivono SCIOCCHEZZE senza assumersi responsabilità civile penale e Deontologica, i lavori scientifici ci sono!
Ma sfortunatamente, a livello internazionale, ci sono stati pochi cambiamenti alle linee guida delle varie nazioni, che continuano a raccomandare una dieta a basso contenuto di grassi, che spesso si traduce in diete ricche di carboidrati (zucchero e farine, pasta e riso, pane e pizza eccetera).

Come sarebbe se ci fosse un modo per mangiare i carboidrati che ami tenendo però bassa la glicemia?
Cosa saresti disposto a fare per limitare il trattamento del diabete 2 togliendo l’insulina e riducendo i farmaci fino a farli scomparire?

 Sappi che si può fare. Iniziando a smettere la conta delle chilocalorie. Tornando a mangiare SECONDO NATURA.

In questa PAGINA DI GRATUITA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA E MEDICA – apertamente contraria alle chilocalorie nella gestione del diabete – traduco dal medichese argomenti attuali per aiutarti a fare manutenzione ordinaria della tua salute.

Mi diverto a smontare “fake news”, “leggende metropolitane” e i “si è sempre fatto così”, con tanto di letteratura medica a mio supporto.

Perché per “guarire” devi AGIRE UN RUOLO Attivo. Perché non basta prendere una pillolina per guarire e CONTINUARE A MANGIARE CIÒ CHE TI AVVELENA.
Tu devi impegnarti attivaMente. Perchè c’è bisogno del tuo aiuto consapevole.

Le cose che scrivo ogni giorno sono tutt’altro che novità e sono Condivise da un piccolo esercito di esercenti una professione sanitaria – Medici, Nutrizionisti, Dietisti, Fisioterapisti, Osteopati, Farmacisti, Coach – che guardano all'”universo uomo” con un’occhio alla lezione del padre Ippocrate e alle scoperte sul Microbiota.

Condividi liberaMente ciò che pubblico perché è di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!

 FONTE:

Le ipotesi di colesterolo e calorie sono entrambe morte – è tempo di concentrarsi sul vero colpevole: l’insulino-resistenza