La vitamina D migliora tutti gli indici nei pazienti Diabetici di tipo 2, sia sovrappeso che Obesi?

Oh yeah! 😉

Il Diabete Mellito – o DIABETE TIPO 2 – è una malattia metabolica caratterizzata da iperglicemia derivante da difetti della secrezione o dell’azione dell’insulina. O di entrambi.

Ci rientra anche la INSULINO-RESISTENZA (IR)

L’Obesità invece è un importante fattore di rischio che aumenta lo stress ossidativo cellulare, l’insulino-resistenza (IR) e il malfunzionamento delle cellule beta del pancreas.

Si sa DA ANNI che la dieta squilibrata in direzione dei carboidrati e con SCARSI GRASSI nella dieta è una delle cause.
Eppure, a volte, quando lo dici ai pazienti o alle famiglie dei pazienti… tenendo conto che CON LA PILLOLINA e con la INSULINA possono serenaMente mangiarsi pasta pane e pizza in quantità industriale.
… sembra che ti guardano come a dire:

NON MI ROMPERE I CABBASISI.
Lasciami nella mia ignoranza.
Lasciami alla mia droga.
Permettimi di strafogarmi coi cibi verso cui ho sviluppato TOSSICO-DIPENDENZA (gluteo-morfine e caseo-morfine) e smetti di farmi sentire in colpa!

Purtroppo per te, la carenza di vitamina D è molto diffusa in molte società ed età. Non si salva nessuno!
A livello globale, circa il 50% della popolazione è carente di VITAmina D.
Si stima che circa 1 miliardo di persone in tutto il mondo sono influenzati da diversi gradi di carenza di vitamina D.

Ma per nostra “fortuna”, il nostro solerte SSNMm (Sistema Sanitario Nazionale morente) ti invita AD EVITARE questa vitamina in somministrazioni appropriate e fisiologiche.
E ti dice di prenderla appena una volta al mese o ogni morte di Papa (scusa Francesco…) come se, in estate, durante le tue ferie, ti invitasse a PRENDERE il sole una sola volta al mese.

Che consiglio! 😀

Ma si scorda di dirti che IN PAZIENTI DIABETICI E SOVRAPPESO o Obesi di tipo 2 uno studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo mostra tutt’altro.

Questo studio di qualche settimana fa dimostra che La supplementazione di vitamina D (50.000 UI/settimana) per 8 settimane ha aumentato i livelli sierici di VITAmina D nei pazienti con diabete tipo 2.
Rispetto al gruppo trattato con il “placebo”, i pazienti trattati con 50.000 UI a settimana hanno ridotto tutti gli indici di diabete compresa l’EMOGLOBINA GLICATA (HbA1c) dell’1%. SENZA DIETA!

Certo, si possono criticare i numeri bassi di questo studio (solo 270 pazienti) o altri interventi di questo studio (dieta si-dieta no) (attività fisica si- attività fisica no), ma l’effetto da PRO-ORMONE della VITAmina D anche sul recettore dell’insulina sono noti e riconosciuti dalla letteratura internazionale.

QUINDI cosa fare?
Basta seguire le indicazioni dell’OMS (non del dott. Prinzi).

1) ELIMINA le quintalate di zuccheri RAFFINATI dalla tua dieta perché causano diabete e sono potenzialmente alimento per malattie più brutte… Valuta la dieta sulla base dell’indice glicemico e non delle chilocalorie!

2) AGGIUNGI grassi considerati buoni dall’OMS.
Pesce azzurro, frutta secca, olio VERAMENTE EXTRAVERGINE e il TUORLO delle uova (chiunque può confermare che la LECITINA del rosso d’uovo fa calare il colesterolo LDL).

3) FAI ATTIVITÁ FISICA Anche moderata.
Stimolando il muscolo, imponi al muscolo di dotarsi di recettori per lo zucchero. Perché il muscolo usa lo zucchero come benzina.
Balla, cammina, fai squat o pilates, fai quello che vuoi!
Così eviti la iperglicemia.

4) SMETTI DI CREDERE A CHI SPACCIA FARMACI L’OMS è chiaro: il farmaco va dato come ultima opzione.
Quindi, chi te li ha prescritti, ti ha parlato di dieta e movimento?
O ti ha tenuto 5 minuti guardando gli esami e poi ti rimanda al prossimo controllo a 6 mesi?

5) SII CONSAPEVOLE CHE NESSUNA AZIENDA PRODUCE FARMACI PER IL BENESSERE DELL’UMANITÁ. Tutti cercano il profitto.
E per chi investe soldi in ricerca va anche bene.
Ma è diverso dal mettere a busta paga tutti coloro che un giorno sono chiamati a dettare le linee guida USA o Europee o mondiali…

Perché ci sono due modi di guardare alla medicina: zittire i sintomi o curare le cause.
Tu… rispetto a queste due … dove stai?

Ne ho già scritto diffusamente su questa pagina, e continuerò a scriverne perché QUESTE informazioni, pubblicate su QUESTA PAGINA di gratuita divulgazione medico e scientifica sono PUBBLICHE e quindi di pubblica utilità.

Condividi liberaMente ciò che pubblico.
Perché la tua salute vale.

 

Metodo Cecchetti, Metodo Trabucco, Luca Speciani – DietaGIFT, AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti, Gabriele Prinzi, METABOLICAmENTE

LINK ORIGINALI Tutti sono del 2019-2020.
Randomizzati, in doppio cieco, con placebo!

E Chrome TE LI TRADUCE in italiano! 😛