AIFA: Riflettori sulla spesa sanitaria per la vitamina D

Ogni anno i medici prescrivono 3 miliardi di euro di farmaci inutili.
Ma sulla vitamina D ci sono parecchie inesattezze.

 

OGNI ANNO I MEDICI PRESCRIVONO 3 MILIARDI DI EURO DI FARMACI INUTILI. MA SULLA VITAMINA D … CI SONO PARECCHIE INESATTEZZE.. Ogni anno l'agenzia dei FARMACI (AIFA) pubblica un report sull'uso dei medicinali. E ritiene che nel 2017 abbiamo buttato 3 MILIARDI DI EURO in farmaci inutili o prescritti in maniera inappropriata, come gastroprotettori, antidolorifici e antibiotici. . Quest'anno però ha anche aperto un capitolo CONTRO LA VITAMINA D, ritenuta inutile per l'osteoporosi, ritenuta erroneamente di moda come panacea per tutti i Mali. Ma è davvero così? . Partiamo dal documento ufficiale della SIOMMMS – Società Italiana dell'Osteoporosi, del Metabolismo Minerale, delle Malattie dello Scheletro – per il trattamento DELL'OSTEOPOROSI. Dice alcune cose fondamentali. . 1) RICONOSCIMENTO DELLA IPOVITAMINOSI D IN ITALIA:. * L’incidenza di IPOVITAMINOSI D è DIFFUSA IN ITALIA, specie in età avanzata. * Solo il 20% del fabbisogno di vitamina D deriva dall’alimentazione; la componente principale deriva dalla ESPOSIZIONE SOLARE ai raggi UVB, SEMPRE PIÙ INEFFICIENTE CON L'AVANZARE DELL'ETÀ. Ne consegue la FREQUENTE NECESSITÀ DI UNA SUPPLEMENTAZIONE (specie in età senile).. * LA SUPPLEMENTAZIONE con vitamina D se associata ad un corretto introito di calcio, negli anziani si è rivelata utile persino in prevenzione primaria. (Livello 1A; Raccomandazione grado A).* L’effetto anti-fratturativo della vitamina D è modesto e documentato solo per il femore e per le fratture non vertebrali.* E’ stata anche riportata una lieve ma significativa riduzione della mortalità con l’uso negli anziani della supplementazione con colecalciferolo o D3. * Un ADEGUATO APPORTO di calcio e VITAMINA D rappresenta la PREMESSA INELUDIBILE PER QUALSIASI TRATTAMENTO FARMACOLOGICO!* La CARENZA di calcio e/o VITAMINA D è la CAUSA più COMUNE di MANCATA RISPOSTA ALLA TERAPIA FARMACOLOGIA DELL’OSTEOPOROSI. .Allora.. Sulla base di ciò che dice questa "signora" nel video…. Perchè LA SOCIETÀ SCIENTIFICA ITALIANA DI RIFERIMENTO SCRIVE ALTRO ?? . E non è finita. Perchè ci sono ancora due cose da sapere: qual'e il valore della D SIERICA è quanta ne va data?. 2) I VALORI NORMALI DI VITAMINA D E COME ASSUMERLA. * Il dosaggio sierico della 25(OH)D è il miglior indicatore dello stato vitaminico D. Ecco come vanno interpretati i risultati:nmol/l ng/ml <25 <10 Grave carenza 25-50 10-20 Carenza 50-75 20-30 Insufficienza 75-125 30-50 Range ideale 125-375 50-150 Possibili effetti indesiderati? >375 >150 Intossicazione . * L'APPROCCIO PIÙ FISIOLOGICO della supplementazione con vitamina D è QUELLO GIORNALIERO; Tuttavia SI RITIENE ACCETTABILE il ricorso a dosi equivalenti SETTIMANALI o MENSILI . * Per ottenere PIÙ RAPIDAMENTE LIVELLI SIERICI ADEGUATI È PREFERIBILE RICORRERE ALLA VIA ORALE, LIMITANDO la via INTRAMUSCOLARE ai pazienti con severe sindromi da malassorbimento. * La dose orientativa in caso di Carenza (indicata nella Tab.3 del documento) dovrà essere somministrata nell’arco di 1-2 mesi, RICORRENDO a DOSI GIORNALIERE di 5000-7500 UI od equivalenti settimanali o quindicinali.. MA…sinceramente… Quanto te ne ha prescritta il tuo curante/specialista? E ogni quanto? Una volta al mese?Ma la vitamina D3 si dimezza ogni 24ore e lo sanno anche i bambini! . È ovvio che poi I BUROCRATI che guardano solo ai costi dello Stato si chiedono perché viene prescritta così tanta Vitamina D. Perchè È PRESCRITTA MALE. E TROPPO POCA.LA FREQUENZA È ERRATA. E le fiale intramuscolo e le megadosi (tipo una volta al mese) costano 4 VOLTE DI Più delle corrispondenti gocce giornaliere. . Quindi lo spreco da prescrizione inappropriata (o è comparaggio?) è chiaro. . La ovvia conseguenza è che i "burocrati" mandino "docenti" ad insegnare ai medici A NON PRESCRIVERE… Anzi a SCONSIGLIARE la vitamina D (invece di farlo coi gastroprotettori o gli antibiotici). Lo fanno però citando POCHI LAVORI SCIENTIFICI che dimostrano ZERO effetti della vitamina D sulla osteoporosi.. Ecco i due motivi principali per cui gli studi citati SONO ERRATI. . Il primo: DOSI INFERIORI A 1000 UI AL GIORNO, magari assunte con somministrazioni settimanali o mensili. Il secondo : UN CLAMOROSO ERRORE DI SELEZIONARE DEI PAZIENTI anziani che vengono arruolati negli studi scientifici (selection bias). . Perchè ne sono così sicuro? Perché GLI SCIENZIATI INTELLIGENTI prima di valutare lo stato di osteoporosi e vitamina D nei pazienti, dovrebbero Escludere le cause di IPERCALCEMIA secondaria, e le malattie che MANTENGONO ATTIVA L'OSTEOPOROSI. . Per esempio queste:- Malattie ENDOCRINE (Ipertiroidismo, iperprolattinemia, Diabete mellito tipo I e II) – Malattie EMATOLOGICHE (anemia) – Malattie APPARATO GASTRO-ENTERICO(celiachia, Malattie infiammatorie croniche gastro-intestinali, Resezione gastro-intestinale, Bypass gastrico, Intolleranza al lattosio, Malassorbimento intestinale) – Malattie reumatiche (Artrite reumatoide, Lupus, Spondilite anchilosante, Artrite PSORIASICA, Sclerodermia, Sjogren, eccetera) – Malattie neurologiche (Parkinson, Sclerosi Multipla, Paraplegia) – ALTRE MALATTIE (Malattie genetiche, Omocistinuria, Fibrosi cistica, Broncopneumopatia cronica ostruttiva, Anoressia nervosa, Depressione). . Stendo un velo pietoso sui farmaci che Aumentano l'osteoporosi e riducono l'assortimento della vitamina D, perché sono tantissimi. . Lo so.. Lo so.. Non te lo aveva detto nessuno.E nessun'altro avrà le palle di farlo. . Quindi… Alla prossima persona che ti dice che la vitamina D fa male… che Fa venire i calcoli… Che È una moda… Che i lavori scientifici non esistono, eccetera… … Ebbene… SU queste persone sii caritatevole, trattale con un sorriso di sufficienza, fai una espressione compassionevole… come se fossero usciti da un istituto psichiatrico… e poi mandali serenamente a…. … A Studiare. Ti lascio due link che scottano:😡Un corso abruzzese rivolto ai medici di famiglia, con bibliografia che posso smentire in meno di cinque minuti:http://lnx.asl2abruzzo.it/formazione/attachments/article/375/PACCHETTO%20vitamina%20D.pdf😎 Le considerazioni della SIOMMMS sulla necessità di supplementazione con vitamina D:www.siommms.it/wp-content/uploads/2015/11/Linee-guida-OP_2015.pdf.Oggi non mi va di scrivere altro.Buona vita e buona VITAMINA D a te che leggi questa pagina.Perchè la tua salute vale!.#latuasalutevale #dottgabrieleprinzi #metabolicamente #prinzipensiero #VITAMIND

Pubblicato da Dr. Gabriele Prinzi su Domenica 10 marzo 2019

 

 

Ogni anno l’agenzia dei FARMACI (AIFA) pubblica un report sull’uso dei medicinali.
E ritiene che nel 2017 abbiamo buttato 3 MILIARDI DI EURO in farmaci inutili o prescritti in maniera inappropriata, come Gastroprotettori, Antidolorifici e Antibiotici.

Quest’anno però ha anche aperto un capitolo CONTRO LA VITAMINA D, ritenuta inutile per l’Osteoporosi, ritenuta erroneamente di moda come panacea per tutti i mali.
Ma è davvero così?

Partiamo dal documento ufficiale della SIOMMMS – Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale, delle Malattie dello Scheletro – per il trattamento DELL’OSTEOPOROSI.

Dice alcune cose fondamentali.

RICONOSCIMENTO DELLA IPOVITAMINOSI D IN ITALIA:

🌐 L’incidenza di IPOVITAMINOSI D è DIFFUSA IN ITALIA, specie in età avanzata.
🌐 Solo il 20% del fabbisogno di vitamina D deriva dall’alimentazione; la componente principale deriva dalla ESPOSIZIONE SOLARE ai raggi UVB, SEMPRE PIÙ INEFFICIENTE CON L’AVANZARE DELL’ETÀ.
Ne consegue la FREQUENTE NECESSITÀ DI UNA SUPPLEMENTAZIONE (specie in età senile).
🌐 LA SUPPLEMENTAZIONE con vitamina D se associata ad un corretto introito di calcio, negli anziani si è rivelata utile persino in prevenzione primaria. (Livello 1A; Raccomandazione grado A).

🌐 L’effetto anti-fratturativo della vitamina D è modesto e documentato solo per il femore e per le fratture non vertebrali.

🌐 E’ stata anche riportata una lieve ma significativa riduzione della mortalità con l’uso negli anziani della supplementazione con Colecalciferolo (D3).

🌐 Un ADEGUATO APPORTO di Calcio e VITAMINA D rappresenta la PREMESSA INELUDIBILE PER QUALSIASI TRATTAMENTO FARMACOLOGICO!

🌐 La CARENZA di calcio e/o VITAMINA D è la CAUSA più COMUNE di MANCATA RISPOSTA ALLA TERAPIA FARMACOLOGIA DELL’OSTEOPOROSI.

Allora..
Sulla base di ciò che dice questa “signora” nel video….

Perché LA SOCIETÀ SCIENTIFICA ITALIANA DI RIFERIMENTO SCRIVE ALTRO ??

E non è finita.
Perché ci sono ancora due cose da sapere:
qual è il valore della D SIERICA è quanta ne va data? 

I VALORI NORMALI DI VITAMINA D E COME ASSUMERLA.

🌐 Il dosaggio sierico della 25(OH)D è il miglior indicatore dello stato vitaminico D.
Come vanno interpretati i risultati:

Interpretazione ng/ml Nmol/l
Grave carenza <10 <25
Carenza 10-20 25-50
Insufficienza 20-30 50-75
Range ideale 30-50 75-125
Possibili effetti indesiderati? 50-150 125-375
Intossicazione >150 >375

🌐 L’APPROCCIO PIÙ FISIOLOGICO della supplementazione con Vitamina D è QUELLO GIORNALIERO; Tuttavia SI RITIENE ACCETTABILE il ricorso a dosi equivalenti SETTIMANALI o MENSILI .

🌐 Per ottenere PIÙ RAPIDAMENTE LIVELLI SIERICI ADEGUATI È PREFERIBILE RICORRERE ALLA VIA ORALE, LIMITANDO la via INTRAMUSCOLARE ai pazienti con severe sindromi da malassorbimento.

🌐 La dose orientativa in caso di Carenza (indicata nella Tab.3 del documento) dovrà essere somministrata nell’arco di 1-2 mesi, RICORRENDO a DOSI GIORNALIERE di 5000-7500 UI od equivalenti settimanali o quindicinali.

MA…sinceramente…
Quanta te ne ha prescritta il tuo curante/specialista?
E ogni quanto? Una volta al mese?
Ma la vitamina D3 si dimezza ogni 24ore e lo sanno anche i bambini!

È ovvio che poi I BUROCRATI che guardano solo ai costi dello Stato si chiedono perché viene prescritta così tanta Vitamina D.
Perché È PRESCRITTA MALE.
TROPPO POCA.
E LA FREQUENZA È ERRATA.
E le fiale intramuscolo e le megadosi (tipo una volta al mese) costano 4 VOLTE DI Più delle corrispondenti gocce giornaliere.

Quindi lo spreco da prescrizione inappropriata è chiara (o è comparaggio?).

La ovvia conseguenza è che i “burocrati” mandino “docenti” ad insegnare ai medici A NON PRESCRIVERE… Anzi a SCONSIGLIARE la vitamina D (invece di farlo coi gastroprotettori o gli antibiotici).
Lo fanno però citando POCHI LAVORI SCIENTIFICI che dimostrano ZERO effetti della vitamina D sulla Osteoporosi.

Ecco i due motivi principali per cui gli studi citati SONO ERRATI.

Il primo:
🎴 DOSI INFERIORI A 1000 UI AL GIORNO, magari assunte con somministrazioni settimanali o mensili.

Il secondo :
🎴 UN CLAMOROSO ERRORE DI SELEZIONARE DEI PAZIENTI anziani che vengono arruolati negli studi scientifici (selection bias).

Perché ne sono così sicuro?
Perché GLI SCIENZIATI INTELLIGENTI prima di valutare lo stato di Osteoporosi e Vitamina D nei pazienti, dovrebbero Escludere le cause di IPERCALCEMIA secondaria, e le malattie che MANTENGONO ATTIVA L’OSTEOPOROSI.

Per esempio queste:

  • Malattie ENDOCRINE
    (Ipertiroidismo, Iperprolattinemia, Diabete Mellito tipo I e II)
  • Malattie EMATOLOGICHE
    (anemia)
  • Malattie APPARATO GASTRO-ENTERICO
    (Celiachia, Malattie Infiammatorie Croniche Gastro-Intestinali, Resezione Gastro-Intestinale, Bypass Gastrico, Intolleranza al lattosio, Malassorbimento Intestinale)
  • Malattie Reumatiche 
    (Artrite Reumatoide, Lupus, Spondilite Anchilosante, Artrite PSORIASICA, Sclerodermia, Sjogren, eccetera)
  • Malattie Neurologiche 
    (Parkinson, Sclerosi Multipla, Paraplegia)
  • ALTRE MALATTIE
    (Malattie Genetiche, Omocistinuria, Fibrosi Cistica, BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva, Anoressia Nervosa, Depressione).

Stendo un velo pietoso sui farmaci che Aumentano l’osteoporosi e riducono l’assortimento della vitamina D, perché sono tantissimi.

Lo so, lo so… Non te lo aveva detto nessuno.
Quindi… Alla prossima persona che ti dice che la vitamina D fa male… che Fa venire i calcoli… Che è una moda… Che i lavori scientifici non esistono, eccetera…
… Ebbene… SU queste persone sii caritatevole, trattale con un sorriso di sufficienza, fai una espressione compassionevole… come se fossero usciti da un istituto psichiatrico… e poi mandali serenamente a….
… A Studiare.

Ti lascio due link che scottano:

  • 😡Un corso abruzzese rivolto ai medici di famiglia, con bibliografia che posso smentire in meno di cinque minuti:

L’USO APPROPRIATO DELLA VITAMINA D

  • 😎 Le considerazioni della SIOMMMS sulla necessità di supplementazione con vitamina D:

Linee Guida 2015 per la Diagnosi, Prevenzione e Terapia dell’Osteoporosi .

Oggi non mi va di scrivere altro.
Buona vita e buona VITAMINA D a te che leggi questa pagina.
Perché la tua salute vale!

Qui tutti i miei articoli sulla vitamina D