Ogni tossico-dipendenza è un tentativo di lenire un dolore (fisico, emozionale)

– Video con sottotitoli in inglese –

Tutte le droghe – che siano oppiacei o cocaina o altro – sono usati per la loro “azione anti-dolorifica”, e alcuni sono specificatamente usati come terapia antalgica.

Qualunque sia il dolore – fisico o emozionale – la sofferenza viene sentita nella medesima zona del cervello.
Così, quando le persone soffrono a causa di un “rifiuto emozionale”, si attiva la stessa zona del cervello che [si attiverebbe] se le colpissi con un coltello.

Eckart Tolle afferma che la dipendenza inizia e finisce con il dolore.
Perché tutte le dipendenze sono tentativi di lenire il dolore.

Così, in terapia, la prima domanda è la ricerca non tanto della causa della dipendenza, ma la causa del dolore.
E troverai sempre un trauma o una “perdita emotiva/emozionale”.

Che sia dipendenza da sesso o da internet, o da relazioni o da shopping o dipendenza da lavoro, sono tutti tentativi di andar via dal distress, dal disconfort; in ultima analisi dal dolore…

Non mi interessa ciò che dice la scienza, se è un problema genetico o di nonsenso: ha sempre a che fare col dolore!

Nel libro Tibetano dei morti è scritto:

“QUALUNQUE COSA FAI,
NON SCAPPARE DAL TUO DOLORE,
MA SII CON LUI”.

Perché il tentativo di allontanarsi dal dolore crea più dolore.
E questa è la base della dipendenza.

Anche da cibo, anche da farmaco….

La domanda è: come la gente può stare con il proprio dolore?
Solo se sentono la compassione da parte di qualcuno.
Solo quando la compassione è presente la gente si darà l’opportunità di vedere la verità.

Così, le persone con una (tossico)-dipendenza hanno bisogno di un presente (o presenza) compassionevole, che gli permette di sperimentare o affrontare il loro dolore senza scappare via.

E tutti i tentativi di scappare via non sono altro che un modo per rimanere nell’inferno della dipendenza

Viviamo in una società in cui, in un modo o in un altro, si basa sul sollievo immediato, la rapida soddisfazione, la distrazione …

In altre parole viviamo in una cultura in cui , sia economicamente che psicologicamente, non viene supportata la gente a stare (confrontarsi) con se stessa:
Così è molto difficile trattare con le dipendenze in questa società…

La soluzione è trovare un modo in cui puoi stare/essere con il tuo dolore così che puoi arrivare a comprendere esattamente a cosa fa riferimento.

Perché ANCHE LA TUA CONSAPEVOLEZZA VALE