Gastrite, Reflusso e Fibromialgia. E la metafora dell'idraulico "di mio cugggino"

Gabriele Prinzi
sabato 29 agosto 2020


 

Hai presente quando il lavandino della cucina tua cucina si è intasato? Te ne accorgi perchè l'acqua ristagna nel lavandino, e non defluisce.
È logico immaginare che c'è qualche ostacolo che occlude il deflusso più sotto (nel collo d'oca, nel tubo di giuntura o nel cavedio del palazzo, dove defluiscono metri di tubature).
Così, cosa fai? Chiami l'idraulico. Quello "bravo", quello di "mio cugggino". Che dice: "signora, il suo è un problema legato al lavandino, glielo sostituisco io!"
E ti monta un lavandino nuovo, tutto luccicante, di acciaio inossidabile, bellissimo, con due lavelli. Il top di gamma! Ma quando va via - dopo averti fatto pagare un conto salato - quello che succede è che continua ad esserci un ristagno, e l'acqua non defluisce.
Ti è mai capitato?
In effetti, l'idraulico "di mio cugggino" avrebbe dovuto valutare si disostruire il lavandino usando l'idraulico liquido o smontando il collo d'oca e pulirlo. O cambiare i tubi e il flessibile se serve.
O controllare ancora più a valle, lungo metri di tubature, se serve a trovare la causa. Perché cambiare il lavandino non è la soluzione: né rimuove - né risolve - la causa. E trovato e rimosso l'ostacolo (la causa), come per magia il lavandino sarebbe dovuto tornare a funzionare perfettamente.
Ti è mai capitato ... vero?
Questo esempio descrive quel "problema di stomaco" che gli italiani - e i "diagnosti" che li curano - chiamano amichevolmente "gastrite". Ma che Gastrite non è.
O "colon irritabile" (intestino, prego...). Ma che Colon irritabile non è.
Ma andiamo per gradi. Lo stomaco è la parte più alta di un tubo lungo 7 e passa metri chiamato "tubo digerente". E dalla bocca all'ano, questo tubo è costituito degli stessi tessuti, è innervato dallo stesso (secondo) cervello, è servito dallo stesso sistema vascolare e linfatico. Oltre che:

    • POSSEDERE LA MAGGIORE CONCENTRAZIONE di cellule (e tessuti) del sistema immunitario nell'intero corpo;
    • OSPITARE LA MAGGIORE CONCENTRAZIONE di batteri, virus, miceti, batteriofagi, parassiti, vermi eccetera (per gli amici: il Microbiota) nell'intero corpo.
Lo stomaco è capiente come un piccolo lavandino (4,5 litri), ed è foderato di "acciaio inossidabile" perché deve reggere alla presenza di acido per giorni, mesi, anni. Per tutta la vita!
Ma il "sifone" che dallo stomaco va verso l'alto (l'esofago) non è rivestito d'acciaio, quindi quando lo stomaco "sfiata" verso l'alto (indigestione o reflusso) l'acido viene percepito quasi subito, e quello che normalmente sarebbe classificato come "reflusso acido" (o biliare) o "rigurgito" la maggior degli Italiani lo definisce Gastrite.
E così una buona parte dei "diagnosti". E al tuo "buongiorno" quando entri nel loro ambulatorio, spesso vergano - senza pensieri e frettolosamente - 20 o 40 mg di gastroprotettore sul loro ricettario. Ma anche 80, se ritengono che tu abbia problemi di ansia o di stress (senza mancare, spesso, di uno psicofarmaco spacciato per procinetico)
A chi pensa che io sia contro l'uso di Gastroprotettori si sbaglia. Perché sono consapevole che ricerca AVEVA fatto passi da gigante per dare all'umanità i Gastroprotettori, e riconosco che dagli anni '80 tante malattie "gastriche" si sono ridotte enormemente (emorragie gastriche, ulcere, eccetera) grazie a loro.
Compresa la RIDUZIONE DRASTICA di tanti interventi chirurgici per perforazioni e/o emorragie gastro-duodenali.
Ma... Ciò che DA ANNI DICONO LE SOCIETÀ SCIENTIFICHE INTERNAZIONALI è che per quante TONNELLATE di Gastroprotettori SONO STATE VENDUTE, la prevalenza di questa patologia è rimasta uguale, se non peggiorata. Perché gli effetti collaterali sono noti da 20 anni.
Ma se per un attimo cambi prospettiva, usi la tua capacità analitica, e immagini che il reflusso sia l'ultima manifestazione (il sintomo!) di un problema che si trova più a valle (intestino o colon), la metafora dell'idraulico di "mio cuggino" diventa chiara.
Che una strategia terapeutica CHE GUARDA AD UN SINTOMO SCAMBIANDOLO PER MALATTIA è triplamente:
    1. stai spegnendo un sintomo senza occuparti a cercare la causa,
    2. perché la causa continua imperterrita ad andare avanti, si cronicizza e peggiora,
    3. c'è da pagare un conto salato in termini di viste ed esami e paghi sopratutto il costo DEGLI EFFETTI COLLATERALI.
INFATTI, anche il miglior gastroprotettore del mondo - il top di gamma! - quello che riesce a ridurre perfettamente l'acido, sta lavorando su un effetto! Su un sintomo.
Piuttosto che curare la causa di una "malattia", sta invece silenziando UN SINTOMO.
Quel sintomo che è un CAMPANELLO D'ALLARME del tuo corpo, che ti avvisa che c'è qualcosa che sta avvenendo PIÙ SOTTO, PIU' IN BASSO nei sette metri e più di intestino.
Perché nessuno ti ha mai detto che QUANDO TI GONFIA LA PANCIA (disbiosi fermentativa?) nello stesso momento, il Colon di destra preme sul Duodeno, provoncando lo sfiato di bile e succo pancreatico su per lo stomaco, l'esofago, fino in gola e in bocca.
E la Disbiosi è un PROPRIO UN EFFETTO COLLATERALE del Gastroprotettore.
Domandati: quanti medici vanno a cercare l'ostacolo nei 7 metri a valle dello stomaco perché IN POCHI sospettano un problema intestinale, una Disbiosi, una allergia alimentare una Sibo o Sifo o altro?
E quanto c'è da fidarsi dell'idraulico di "mio cuggino"???
Caro amico o amica della pagina, quando hai un sintomo o una patologia gastrointestinale, ricorda sempre che IL TUBO DIGERENTE È LUNGO 7 METRI E PASSA. E che è ricoperto dal Microbiota Intestinale. E che i sintomi SONO CONNESSI AL CIBO CHE ENTRA IN CONTATTO (anche piccole quantità) con la mucosa che va dalla bocca all'ano.
O alla carenza di micronutrienti (il gastroprotettore ti fa fuori la possibilità di assorbire CALCIO, MAGNESIO, SELENIO e altro...)
E che a volte il tuo corpo fa di tutto per dirti: "questo cibo è merda". E tal quale la espelle, per fartelo LETTERALMENTE vedere. Così, se mi dici che hai IL COLON (intestino, prego) IRRITABILE... ... Io in automatico ti risponderò: COSA IRRITA IL TUO COLON?
    • È il cibo "merdaviglioso" che ingoi senza consapevolezza?
    • Sono le pessime "relazioni" che rendono tossico il tuo ambiente sociale, lavorativo e casalingo?
    • Sono gli effetti collaterali (DIMENTICATI o SOTTOVALUTATI) dei farmaci che ti somministra il SSN (ma sono prescrivibili e gratis) ?
Ascoltati, fatti la domanda, permettiti dei dubbi, datti la risposta. E trova una soluzione.

ATTENZIONE! Ho già ampiamente trattato di questi argomenti in diversi post. Ti prego di non chiedermi quale Gastroprotettore usare al posto di quello che usi già, ti prego 😅😅😅 Perché io cerco le cause.

E fintanto che hai un diagnosta che frettolosamente ti prescrive il Gastroprotettore NON HAI BISOGNO DI ME né dei miei consigli.
Ma hai bisogno di guardare a te, alla tua vita, al tuo corpo, e alle tue relazione IN MODO DIVERSO. In modo "funzionale".
Approfondisci l'argomento (numerosi post!), continua a seguire la pagina e condividi liberaMente ogni singolo post che trovi di pubblica utilità.

Perché la tua salute vale!

Rivoluzione Microbiota: Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista – Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista – Scuola Microbioma – Dott.ssa Livia Emma – dietistaStudio Medico Orlandini – Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini – Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista – Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere – AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti – Medicina di Segnale – Luca Speciani – DietaGIFT

Vedi altri post del

Anno
Mese

CONDIVIDI LA PAGINA!

METABOLICAMENTE SRL

DOVE OPERIAMO

I professionisti di Metabolicamente operano su tutto il territorio italiano. Verifica le date e i luoghi con le informazioni via email o al numero +39 392 474 7049