Se qualcuno ti prescrivesse latte scremato a colazione …

Se qualcuno ti PRESCRIVESSE una bevanda che causa aumento di peso, gonfiore, acne, flatulenza, allergie, eczema, fragilità ossea e – forse – persino il cancro, tu cosa faresti?

Da anni, i “migliori” consigli nutrizionali e le “linee guida” consigliano di assumere una certa quantità di latte scremato, perchè “così fa bene”.

E non manca dieta (dimagrante? chilocalorica? preistorica?) che non lo associ alla “mistica” fetta biscottata” e al benedetto “velo di marmellata”…
… ‘tacci loro!

Purtroppo per chi ha abboccato a queste false informazioni, il latte scremato è ZUCCHERO PURO e aumenta lo stimolo sull’insulina, che poi ci fa ingrassare.
E il consumo di latte scremato è associato a tassi più alti di obesità nei bambini e altri problemi di salute.

Il problema del latte sono i grassi, ti hanno detto?
OGGI FINALMENTE le ricerche mostrano che non hanno alcuna associazione con le Malattie Cardiovascolari.
Non sono i grassi il problema (a meno che non parliamo di grassi trans, sconosciuti al nostro DNA e ai nostri batteri intestinali).

Il latte di oggi contiene una marea di ormoni bovini femminili (che nel nostro corpo vengono gentilmente trasformati in ormoni umani), proteine allergeniche, antibiotici, fattori di crescita notoriamente cancerogeni, come il IGF-1, il “fattore di crescita INSULINO-simile”.

E non è un caso che sia proprio l’INSULINA ad essere la prima causa di aumento di peso e obesità.
Senza dimenticare quello che viene erroneamente chiamato Diabete (ma dovrebbe essere chiamato INSULINO-resistenza).

Nel corso degli anni, sulla base di LAVORI SCIENTIFICI progettati male, interpretati secondo le esigenze delle aziende finanziatrici (quando non elaborati da professionisti al soldo di quelle aziende) ci hanno rifilato un’ENORMITA’ di bugie sul latte di vacca.

Ci hanno detto che il latte fa bene alle ossa e non esistono alternative? Bugia.
Ci hanno detto di bere latte scremato perchè i grassi fanno male? Bugia.
Ci hanno detto che il latte è legato alla storia dell’uomo e lo abbiamo sempre bevuto? Bugia.

Ecco cosa dice la letteratura:

  1. C’È BISOGNO DEL LATTE PER AVERE OSSA FORTI?
    Non vi sono prove che il latte rinforzi le ossa, ovvero ci sono prove al contrario! I paesi in cui si consuma meno latte sono quelli coi tassi più bassi di osteoporosi e fratture, mentre in quelli in cui si consumano di più si registrano i maggiori tassi di fratture (“paradosso del calcio”).
    E più meta-analisi dimostrano che, anche nei bambini, il calcio del latte non influenza la loro densità ossea (che viene invece AUMENTATA dall’attività fisica).
  2. IL PROBLEMA DEL LATTE SONO I GRASSI?
    Una meta-analisi del 2014 ha valutato 72 tra gli studi più rigorosi nella connessione tra grassi alimentari e Malattie Cardiovascolari, concludendo che l’assunzione di grassi saturi – e grassi in genere – ha un “effetto minimo” sulle Malattie Cardiache.
    Uno studio del 2016 invece, misurando il livello di grassi di 3.300 persone, ha scoperto che coloro che avevano la concentrazione maggiore di grassi derivati da latticini nel sangue aveva tra 30 e 40% di probabilità in meno di sviluppare il diabete di tipo 2.
    Perché il burro (chiarificato!) protegge dal diabete (ed è un anti-infiammatorio intestinale). E quando togliamo i grassi dai latticini, si ha un minor senso di sazietà spingendo I BAMBINI a mangiare di più.
  3. IL BURRO È TORNATO IN AUGE.
    Nel 2016, un gruppo di scienziati ha passato in rassegna 9 dei più autorevoli lavori scientifici sul legame tra burro e salute, concludendo che non vi sono legami tra questo e le malattie cardiovascolari.

Il burro si era fatta una pessima reputazione a causa delle raccomandazioni anti-colesterolo, portando sul mercato una MAREA di GRASSI TRANS (quelli cattivi cattivi cattivi).
Nel burro (CHIA-RI-FI-CA-TO!) sono presenti tutti i grassi naturali contenuti nei latticini ma quasi nessuna delle proteine e degli zuccheri che danno problemi

È stato inoltre verificato che il burro ha una FUNZIONE PROTETTIVA RISPETTO AL DIABETE.
Ecco perché le “diete” antidiluviane, ipocaloriche con il velo di marmellata e il latte scremato (senza burro) sono UN MODO DI MANTENERE O PEGGIORARE IL DIABETE.

Cara amico della pagina, inutile ricordarti che negli ultimi 60 anni A CAUSA DELLE ERRATE LINEE GUIDA DIETETICHE vi è stata una esplosione di Diabete, ed Obesità nel mondo.

Contemporanemente VI SONO STATE NOVITÀ RIVOLUZIONARIE nel campo della ricerca medica.
Oggi l’OMS dice che la prima terapia da mettere in pratica in un diabetico è UNA DIETA A BASSO INDICE GLICEMICO, riconoscendo a quelle chilocaloriche un ruolo storico superato, anzi… PRE-ISTORICO.

Se siamo gli unici animali al mondo a bere il latte di un altro animale, è per motivi DIVERSI rispetto alla fisiologia, alla natura e alla salute.

Trai le tue considerazioni, amico mio, giacché la tua salute vale!
Buona Domenica da PALERMO

Rivoluzione Microbiota Comicost – Dott. Giulio Maria Ranalli – Biologo Nutrizionista – Dott.ssa Greta Venturini – Biologa Nutrizionista – Scuola Microbioma – Studio Medico Orlandini – Nutrizionista Dott.ssa Novella Gerini – Riccardo Cecchetti Osteopata e Fisioterapista – Centro Trabucco Fisioterapia e Benessere – AMIE-Associazione Medici Italiani Evoluzionisti –Medicina di Segnale – Luca Speciani – DietaGIFT

Ispirato dal libro “Cosa devo mangiare?” di Mark Hyman