Una spremuta di sole ogni giorno? La vitamina D è l’unica ad essere prodotta dal sole

I raggi UVB tra le 12:00 e le 14:00 creano una reazione chimica in cui dal Colesterolo viene prodotta la forma attiva di questa vitamina (in realtà sono 5) la quale agisce come un ormone e ha effetti su 600 attività metaboliche, ed esercita effetti epi-genetici sul nostro DNA.

I nostri ritmi di vita sono molto diversi da quelli dei nostri antenati: luoghi di lavoro al chiuso, vita notturna, creme solari …
In più, il cibo industriale, l’allevamento intensivo e l’amore per le “cose raffinate” hanno ridotto la quota di questa vitamina che un tempo introducevamo con l’alimentazione.

A peggiorare la situazione, i farmaci (per colesterolo e i trigliceridi, i gastroprotettori, i farmaci per il diabete e gli antibiotici) ne riducono la metabolizzazione e l’assorbimento intestinale.

VISTA LA SUA IMPORTANZA PER LA SALUTE , se non puoi concederti 15/20 minuti di esposizione solare al giorno – in maniche e calzoncini corti – come puoi assumerla?

Il modo più semplice ed efficace è l’integrazione Giornaliera meglio se per via sublinguale.
Molti medici e specialistici nel corso degli anni, l’hanno prescritta nelle maniere più strampalate: una volta al mese, due volte al mese, una volta la settimana.
Questo perché sono stati “tratti in inganno” da un ERRORE STATISTICO e di progettazione degli studi prospettici. E questo ha falsato la maggior parte degli studi scientifici pubblicati sulla VITAMINA D.

Se sei interessato all’argomento, ho già parlato di questo errore statistico in un altro posto, lo trovi qui:

VITAMINA D – INCOMPRESA – COME EVITARE ERRORI DA PRESCRIZIONE MEDICA

Ti invito a continuare a seguire QUESTA PAGINA DI INFORMAZIONE GRATUITA – che risulta essere SCOMODA PER CERTI INDIVIDUI (laureati in Google o Facebook) PERCHÉ smonta le “fake news e le leggende metropolitane” e RISVEGLIA LE COSCIENZE.

Ti fa aprire gli occhi su un mondo in rapida evoluzione E ti aiuta a comprendere che PUOI ESSERE IL MEDICO DI TE STESSO.

Continua a condividere liberaMente ciò che pubblico perché è di pubblica utilità.
E perché la tua salute vale!